menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio di Erik D'Arienzo, arrestato per favoreggiamento Andrea Tarozzi

Il 32enne di Sabaudia avrebbe aiutato Fabrizio Moretto, ucciso poi a dicembre, a depistare le indagini sulla morte del ragazzo

Colpo di scena nelle indagini per l’omicidio di Erik D’Arienzo, il 30enne ritrovato in fin di vita a ridosso della Pontina, all’altezza di Borgo San Donato, il 30 agosto dello scorso anno e deceduto qualche giorno dopo in ospedale a causa delle ferite riportate.

Questa mattina i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale dei carabinieri hanno arrestato a Sabaudia Andrea Tarozzi, 32 anni, già iscritto nel registro degli indagati per favoreggiamento: secondo gli investigatori avrebbe aiuto Fabrizio Moretto – amico della vittima ucciso a sua volta con un colpo di pistola il 22 dicembre – a depistare le indagini. L’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del Tribunale di Latina Giorgia Castriota sottolinea appunto come ci sia ancora il rischio che Tarozzi inquini le attività investigative tuttora aperte per arrivare a individuare i responsabili della morte di D’Arienzo. Tarozzi ora si trova agli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento