menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Processo per l'omicidio di via Palermo: "Ladro ucciso da colpi sparati alle spalle"

Nell'udienza a carico dell'avvocato Francesco Palumbo le testimonianze del perito balistico e del medico legale

E’ morto per un’insufficienza cardio-circolatoria e conseguente shock emorragico come conseguenza dei colpi di pistola sparati alle spalle dal basso verso l’alto Domenico Bardi, il ladro ucciso dall’avvocato Francesco Palumbo il 15 ottobre 2017 nel cortile di una palazzina di via Palermo.

A ricostruite quanto accaduto questa mattina nell’aula della Corte di assise di Latina, davanti alla quale il professionista, difeso da Leone Zeppieri e Tommaso Pietrocarlo, è chiamato a rispondere di omicidio e tentato omicidio nei confronti dell’altro ladro Salvatore Quindici, sono stati alcuni investigatori e tecnici del pubblico ministero Simona Gentile.

L’esperto balistico ha spiegato come sulla mano destra dell’imputato, che non era presente, c’erano residui di polvere da sparo mentre il medico legale Tommaso Cipriani ha raccontato come i colpi sparati contro Bardi, che si trovava sulla scala poggiata al muro del palazzo dove si trova l’abitazione del padre dell’avvocato nella quale la vittima aveva appena compiuto un colpo, siano stati esplosi mentre quest’ultimo era di spalle e dal basso verso l’alto.

I due proiettili fatali hanno infatti colpito l’emitorace sinistro nella parte posteriore fuoriuscendo nella parte anteriore: il foro di ingresso risulta essere più in basso di quello di uscita a conferma che chi ha sparato, Palumbo, era dietro il ladro. La Corte, presieduta da Francesco Valentini, ha poi ascoltato il resoconto di un ispettore di Polizia intervenuto sulla scena dell’omicidio quella domenica pomeriggio che ha ricostruito come l’appartamento nel quale Bardi era entrato forzando una porta finestra fosse completamente a soqquadro.

Il processo è stato aggiornato al 26 marzo 2021 quando saranno ascoltati Salvatore Quindici, ferito da un colpo di pistola sparato da Palumbo mentre stava fuggendo, e Antonio Bellobuono, componente della banda di ladri.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento