rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Uccise il ladro in via Palermo, l'avvocato Palumbo condannato a 14 anni di carcere

La sentenza della Corte di assise lo ha riconosciuto colpevole anche del tentato omicidio del complice. L'accusa aveva chiesto 12 anni

Quattordici anni di reclusione. Questa la condanna della Corte di assise di Latina nei confronti dell’avvocato Francesco Palumbo, accusato dell'omicidio di Domenico Bardi e del tentato omicidio di Salvatore Quindici.

La sentenza è arrivata poco dopo le 16 di oggi, venerdì 22 aprile, a conclusione di circa quattro ore di camera di consiglio. La Corte, presieduta da Francesco Valentini, ha inflitto all’imputato, che non era presenta in aula, una pena superiore a quella chiesta dall’accusa: il pubblico ministero Simona Gentile in mattinata aveva concluso la sua requisitoria invocando una condanna a dodici anni di carcere.

A Palumbo sono state concesse le attenuanti generiche essendo incensurato ma per lui è stata decretata l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e l’interdizione legale per la durata della pena. 

La difesa, rappresentata dagli avvocati Leone Zeppieri e Tommaso Pietrocarlo, aveva chiesto l’assoluzione per mancanza dell’elemento psicologico vale a dire l’assenza della volontà di uccidere. Bardi e Quindici, che facevano parte di una banda dedita ai furti nelle abitazioni, il 15 ottobre 2017 erano stati sorpresi da Palumbo- avvisato da un messaggio del sistema di allarme sul cellulare -  mentre rubavano nell’abitazione dei genitori in via Palermo. Il professionista aveva sparato colpendo a morte Bardi alle spalle mentre scendeva da una scala e ferendo Quindici che stava fuggendo.  Le motivazioni dsella sentenza saranno depositate entro 90 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise il ladro in via Palermo, l'avvocato Palumbo condannato a 14 anni di carcere

LatinaToday è in caricamento