Cronaca

Impiegato arrestato per corruzione: l'indagine partita da una segnalazione del Comune

Nicolino De Monaco era stato già trasferito e sospeso. Il sindaco Coletta: "L'amministrazione ha dimostrato di essere dotata di anticorpi"

"In questo tempo di pandemia tutti hanno imparato l’importanza di avere anticorpi specifici in grado di neutralizzare un virus. Avere gli anticorpi per un determinato virus, tuttavia, non significa eliminare ogni possibilità che il nostro corpo entri in contatto con quel virus. Significa, al contrario, saperlo riconoscere nel momento in cui lo affrontiamo e renderlo inoffensivo, incapace di farci del male". Così il sindaco di Latina Damiano Coletta commenta la vicenda dell'arresto di un geometra impiegato dell'amministrazione, Nicolino De Monaco, nell'ambito di un'inchiesta condotta dai carabinieri. Il caso, come accertato dai militari, riguarda tangenti che l'impiegato comunale ha ricevuto o preteso per acquistare stupefacenti. Il sindaco fa riferimento al fatto che De Monaco era stato giò sospeso dal servizio per sei mesi e che l'indagine era partita proprio per una segnalazione del Comune.

"Non entro nel merito - dichiara Coletta - perché c’è un’indagine in corso, ringrazio la magistratura e l’Arma dei carabinieri per il lavoro svolto. Così come ringrazio la segreteria generale e tutti i dipendenti del Comune che continuano a lavorare con onestà e in questi momenti devono essere sostenuti e sentirsi sempre più squadra al lavoro per la città. Ma voglio vedere il lato positivo di questa storia e condividerlo con i cittadini. Parliamo infatti di una indagine partita proprio su segnalazione del Comune a seguito di informazioni acquisite tramite il sistema del whistleblowing, lo strumento previsto nel piano anticorruzione per comunicare notizie di mala amministrazione. Abbiamo verificato le segnalazioni, avviato una istruttoria documentale e attuato un provvedimento disciplinare sospendendo il funzionario per 6 mesi e comunque spostandolo in altro settore lavorativo in attesa dell’espletamento delle indagini".

"Questa amministrazione, insomma - aggiunge il primo cittadino - ha dimostrato di essere dotata degli anticorpi necessari per accorgersi dei casi di mala amministrazione e garantire alla comunità i valori della legalità. Si rimane sempre garantisti, nel rispetto del lavoro degli inquirenti e di chi dovrà giudicare, ma sempre trasparenti ogni giorno per garantire i diritti e i doveri di tutti. I cittadini oggi possono fidarsi del Comune, anche per segnalare illeciti e attendere risposte corrette, che siamo pronti a dare sempre, come in questo caso. Avere anticorpi è garanzia di sicurezza. In medicina come nella legalità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impiegato arrestato per corruzione: l'indagine partita da una segnalazione del Comune

LatinaToday è in caricamento