menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nelle mense scolastiche di Latina serviti 2500 pasti al giorno. In arrivo "menù speciali"

La riorganizzazione del servizio secondo le nuove regole dell'emergenza covid. In molti plessi i pasti monoporzione vengono consumati in classe

Nel mese di ottobre sono stati forniti nelle scuole comunali di Latina 38.953 pasti e a novembre, fino a questo momento, altri 26.720, con una media di 2500 pasti al giorno. L’emergenza epidemiologica ha cambiato profondamente le abitudini di tutti e ha obbligato anche l’istituzione scolastica a rivedere il proprio modo di lavorare.

Il Comune di Latina ha quindi potuto mantenere in alcuni plesso lo spazio adibito alla mensa, con più turni e distanziamento, mentre in altri plessi c'è stata la necessità di avviare un servizio di refezione in classe, utilizzando le monoporzioni termosigillate (due piattini ad alunno). A Latina il servizio, a differenza di altri territori, è partito il 1 ottobre mentre altre amministrazioni hanno scelto di temporeggiare in attesa delle linee guida della Regione. In un quadro simile, è scaturita la necessità di una semplificazione dei menù, come indicato dal Ministero dell’Istruzione e successivamente dalla Regione Lazio con il documento “Indicazioni operative regionali per la refezione scolastica nel rispetto delle indicazioni per la gestione del rischio da virus Sars-coV-2”.

"Ora che abbiamo fatto l’esperienza di questa nuova modalità di lavoro in mensa già da un mese e mezzo - spiega l'assessore di Latina alla Pubblica Istruzione Gianmarco Proietti - possiamo cominciare ad essere lungimiranti e riguardare ancora i menù, confermando l’importanza che la mensa scolastica riveste in prevenzione e cura, facendo un ulteriore sforzo ideativo e organizzativo. A breve in alcune scuole sarà nuovamente attivo il dispositivo per l’acqua microfiltrata durante il pasto dei bambini, utilizzabile dalla scuola anche per l’intera giornata, questo per una riduzione di plastica e di rifiuti. Il Comune di Latina inoltre, insieme akla ditta affidatariam ha previsto di inserire periodicamente dei menù speciali, con delle sorprese che i bambini sicuramente gradiranno. La prima giornata ‘speciale’ è già prevista il 19 novembre.Dal mese di dicembre, poi, la ditta inserirà nuove pietanze in un menù che si articolerà in 3 settimane".

Proseguono poi gli appuntamenti con le associazioni di categoria del territorio: la scorsa settimana è stata la volta dell’associazione Impresa. Questi incontri hanno lo scopo di individuare opportunità di rilancio dell’economia locale coinvolgendo le realtà produttive del territorio pontino per gli approvvigionamenti del servizio mensa per scuole di Latina, in un sistema di filiera corta. "Oggi, 17 novembre - continua l'assessore - è stato avviato anche l’iter per la riorganizzazione delle commissioni mensa annuali nell’intento di creare un clima di fiducia reciproca, ascoltando le opinioni dei genitori come già fatto nel precedente anno scolastico, affinché anche l’organizzazione della mensa, “tempo scuola”, sia inserita nel Patto di Comunità necessario per una ripartenza insieme".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento