rotate-mobile
Cronaca

Gianluca Tuma, un impero economico costruito senza mai comparire

Condannato in via definitiva a tre anni e 4 mesi per 'Don't Touch' si è visto confiscare un patrimonio da 3 milioni con un provvedimento poi annullato

Nonostante fosse destinatario di un provvedimento di sorveglianza speciale che glielo impediva espressamente ha continuato a gestire una serie di attività commerciali tramite intestatari fittizi.

Gianluca Tuma oggi è tornato in carcere nell'ambito dell'operazione 'Ottobre rosso' a distanza di alcuni anni da ‘Don’t Touch’, l’operazione nell’ambito della quale a ottobre 2015 era stato arrestato insieme ai vertici del clan Di Silvio. Tuma è un personaggio noto alle cronache cittadine: proprio nell’ambito di quella inchiesta è stato condannato a tre anni e quattro mesi di carcere per intestazione fittizia di beni, una sentenza che ha trovato conferma anche in secondo grado e poi in Cassazione.

Nei suoi confronti nel giugno 2019 era arrivata su disposizione del Tribunale anche la confisca del suo patrimonio vista l’esistenza di “concreti e specifici indizi dai quali si desume che l’imprenditore e la sua famiglia, anche attraverso l’intestazione di quote societarie, vivono con i proventi derivanti da attività delittuose”. L’asse immobiliare e finanziario accumulato, appariva in evidente sproporzione con le disponibilità dirette e indirette dichiarate al fisco. A lui era riconducibile un patrimonio di circa 3 milioni di euro composto da cinque immobili, di cui un appartamento e tre locali commerciali, un laboratorio  industriale, tre autocarri e un rimorchio, due auto, due motocicli, nonché quote societarie e conti bancari di 13 diverse società le cui attività spaziano dall’edilizia alla gestione di immobili passando per l’impiantistica edile fino alla produzione di alimenti. 

Quel provvedimento è stato però annullato dalla Corte di Cassazione e ora la Corte d’Appella di Roma dovrà tornare sulla questione e pronunciarsi ancora sulla misura di prevenzione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gianluca Tuma, un impero economico costruito senza mai comparire

LatinaToday è in caricamento