rotate-mobile
Cronaca

Minorenne pestato in zona pub con un bastone e una bottiglia: daspo urbano ai responsabili

Il provvedimento del questore di Latina dopo l'arresto di due fratelli di 20 e 29 anni e di un uomo di 44 anni

L'attività di monitoraggio dei fenomeni violenti commessi nei luoghi della movida e dei locali pubblici di Latina ha consentito al questore Raffaele Gargiulo, dopo un'attenta valutazione degli atti di indagine degli specialisti della divisione Anticrimine, di applicare altri Daspo urbani, introdotti dal Decreto Sicurezza e riguardanti appunto il mondo della movida. 

I provvedimenti questa volta hanno colpito tre uomini ritenuti responsabili di aver aggredito per futili motivi, davanti a un bar della zona pub di Latina, un ragazzo minorenne del capoluogo causandogli lesioni personali giudicate guaribili in otto giorni. Gli aggressori avevano utilizzato un bastone e anche una bottiglia di vetro rotta. Le indagini svolte dai carabinieri, immediatamente successive all'evento, hanno consentito di arrestare nelle scorse settimane due fratelli di 20 e 29 anni, Enzo Succi e Michele Petillo, insieme al suocero di uno di loro, Vincenzo Scava, 44 anni, attualmente ancora ai domiciliari. I fatti invece risalgono alla serata del 1 agosto scorso. Gli aggressori colpirono un 17enne, che era seduto ai tavolini del locale insieme ad altri amici, con calci e pugni arrivando poi a picchiarlo anche con un bastone e a minacciarlo con una bottiglia di vetro.

In questo caso il Daspo dispone il divieto per i tre uomini di frequentare locali pubblici o anche solo di stazionare nei pressi di pub, discoteche o ristoranti ricadenti nel centro urbano di Latina. Il provvedimento ha durata di due anni. In caso di violazione i tre destinatari rischiano la reclusione da 6 mesi a 2 anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne pestato in zona pub con un bastone e una bottiglia: daspo urbano ai responsabili

LatinaToday è in caricamento