rotate-mobile
Cronaca

Capannone trasformato in serra: sequestrati 21 chili di marijuana

Il manufatto era stato dotato di ventilatori e lampade. La droga corrisponde a 11mila dosi. Arrestato un 47enne di Latina: "L'ho piantata per uso personale"

Dopo Aprilia anche a Latina è stata scoperta e posta sotto sequestro una piantagione di marijuana allestita all'interno di un capannone trasformato in serra. L'operazione è stata portata a termine dai carabinieri della stazione di borgo Sabotino che hanno arrestato Alessandro Ambrosi, 47 anni disoccupato. L'uomo all'interno di un manufatto posto sul retro della sua abitazione nel capoluogo pontino aveva piante per un peso complessivo di 21 chili e corrispondenti a oltre 11mila dosi.

La serra era stata realizzata con tutto il necessario per favorire la crescita delle piante e dotata sia di lampade che garantivano la luce che di ventilatori. per il ricambio dell'aria. I militari dell'Arma hanno arrestato l'uomo con l’accusa di coltivazione senza la prevista autorizzazione e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posto sotto sequestro le piante di marijuana.

Questa mattina l'interrogatorio per la convalida del fermo disposto dal pubblico ministero: l'uomo ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari Mario La Rosa e ha spiegato di avere iniziato a piantare la sostanza stupefacente solo per uso personale ma di essersi poi accorto che le piante erano cresciute molto.

A  conclusione dell'udienza il gip ha convalidato l'arresto e confermato per il 47enne la detenzione in carcere respingendo l'istanza della difesa che aveva invece chiesto gli arresti domiciliari.

.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capannone trasformato in serra: sequestrati 21 chili di marijuana

LatinaToday è in caricamento