menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Novità nella Asl pontina: nominati i nuovi primari. Pronta l'Alta Diagnostica

Oggi la presentazione ufficiale dei direttori delle Uoc degli ospedali della provincia: molte conferme e qualche volto nuovo. Ecco chi sono

L'anno si chiude con due grosse novità per l'azienda sanitaria pontina: la nomina di nuovi primari e la presentazione ufficiale dell'Alta Diagnostica. Oggi, 12 dicembre, nelle sale dell'Ordine dei Medici, la presentazione ufficiale dei nuovi direttori delle strutture della Asl pontina. Tra volti nuovi in arrivo da fuori provincia e conferme per chi invece ha trascorso lunghi anni nei presìdi sanitari pontini, ecco chi sono i nuovi primari, presentati dal direttore generale Giorgio Casati, dal direttore sanitario Giuseppe Visconti e dal presidente dell'Ordine dei Medici Giovanni Righetti.

Il direttore generale Casati: "A Latina nomi importanti"

Massimo Aiuti, il "decano", andrà a dirigere la Uoc Medicina d'Urgenza dopo lunghi anni di esperienza al Goretti;
Alessandro Are, in arrivo da fuori Latina, sarà invece il nuovo primario della Uoc di Ortopedia del nosocomio di Latina;
Cesare Ambrogi sarà direttore della Radiologia interventistica a Latina e per lui, in servizio dall'88 al '98, si tratta di un ritorno;
Roberta Biaggi  è invece dirigente delle Professioni Sanitarie della rete ospedaliera;
Anna Di Lelio, altro volto noto in provincia, dirige invece la Neuropsichiatria infantile;
Paolo Nucera, dopo molti anni trascorsi al Pronto soccorso del Goretti, sarà primario all'ospedale di Formia della stessa Uoc;
incarico al Dono Svizzero anche per Francesca Lippa, direttore di Ostetricia e Ginecologia;
Angelo Pompucci alla Neurochirurgia del Goretti;
Oliviero Riggio alla Gastroenterologia.

Nuovi primari-2

Una nuova stagione dunque per la sanità pontina, che il direttore generale Casati spiega così: "Il mio direttore sanitario si è superato. Ha gestito con grande saggezza le varie commissioni, sono state poi proposte le terne e io ho avuto l'onore di scegliere questi primari. Penso che rappresentino una squadra importante per questa provincia. Siamo riusciti a portare a Latina professionalità importanti. E il fatto che alcuni primari arrivino da Roma vuol dire che sta cominciando a invertirsi un percorso che prima era impensabile. Dobbiamo ora lavorare - ha aggiunto - per abbattere le barriere organizzative che servono solo a dividere". 

A fare gli onori di casa il presidente dell'Ordine dei Medici, Giovanni Maria Righetti che ha ricordato il percorso lungo e faticoso della Asl, che è però riuscita, dopo centinaia di stabilizzazioni del personale medico e infermieristico, anche a nominare i primari.

Presente anche il sindaco Damiano Coletta, che ha voluto dare il benvenuto ai nuovi primari della Asl pontina: "Latina in passato è stata vista come come fase di passaggio per raggiungere realtà più grandi - ha commentato - ma negli anni l'offerta sanitaria è cresciuta molto. Bisogna quindi investire su Latina perché ha le sue eccellenze che meritano di essere valorizzate". E' proprio il sindaco che dà poi l'annuncio: il progetto dell'Alta diagnostica è pronto e sarà ufficialmente presentato il prossimo 18 dicembre, una data scelta non a caso perché proprio in questa giornata ricorre l'anniversario della fondazione della città. "Un progetto - ha aggiunto il primo cittadino - che porterà prestigio e che farà fare un salto di qualità all'ospedale, di cui potranno beneficiare tutti i cittadini". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, nuovi casi di variante inglese: focolaio a Latina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento