menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Processo Alba Pontina, i professionisti raccontano in aula le minacce del clan Di Silvio

In Tribunale le testimonianze di alcuni professionisti dai quali il gruppo di Campo Boario pretendeva denaro

Nuova sfilata di vittime del clan Di Silvio questa mattina nell’udienza del processo Alba Pontina che vede sul banco degli imputati Armando Lallà Di Silvio, la moglie Sabina De Rosa, Angela, Genoveffa e Giulia Di Silvio e Francesca De Rosa e poi Tiziano Cesari e Federico Arcieri.

Il Tribunale ha ascoltato alcuni professionisti che tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017 hanno denunciato richieste di denaro e minacce da parte del gruppo di Campo Boario alla Questura.

Si tratta in particolare di un commercialista che si è rifiutato di occuparsi della costituzione di una società della quale faceva parte Gianluca Di Silvio e che in conseguenza di tale rifiuto è stato minacciato così come la sua segretaria quando in due si sono presentati al suo studio picchiando contro la porta e urlando. Poi sono stati chiamati sul banco dei testimoni un perito assicurativo e un avvocato minacciati da Agostino Riccardo che voleva 10mila euro, somma che a suo dire gli doveva un’altra persona, e che non ha esitato a ricorrere alle minacce.

Il processo è stato aggiornato al 26 novembre prossimo quando saranno ascoltate altre vittime e forse anche Renato Pugliese, ora pentito e collaboratore di giustizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento