rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Processo 'Scheggia', Riccardo: "La Cetrone mi ha dato oltre 80mila euro per la campagna elettorale"

In aula il confronto tra l'ex consigliera regionale e il pentito che le risponde: "Se le estorcevo denaro doveva denunciarmi"

Ha ribadito tutte le sue dichiarazioni circa i rapporti con Gina Cetrone il pentito Agostino Riccardo che questo pomeriggio è stato protagonista di un lungo confronto in aula nell’udienza del processo 'Scheggia' a carico dell’ex consigliera regionale imputata per estorsione, atti di illecita concorrenza, violenza privata, oltre ad una serie di illeciti con l’aggravante delle modalità mafiose nell’ambito dell’inchiesta sulla campagna elettorale per le consultazioni amministrative di Terracina del 2016, reati dei quali è accusata insieme ad Armando e Gianluca Di Silvio e all’ex marito Umberto Pagliaroli.

Era stata la stessa Cetrone a richiedere il confronto e oggi ha continuato a negare di avere affidato a Riccardo l’incarico di riscuotere il credito dall’imprenditore abruzzese Bartoccini così come ha negato di avere affidato l’affissione dei manifesti per la sua campagna elettorale nelle amministrative di Terracina del 2016 allo stesso Riccardo e di avere mai avuto rapporti con il clan Di Silvio del quale il collaboratore di giustizia all’epoca faceva parte. Ma lui ha ribadito tutte le dichiarazioni rese ai magistrati della Direzione distrettuale antimafia Corrado Fasanelli e Luigia Spinelli rivelando di avere avuto dall’imputata 80mila euro in contanti più altro denaro per l’acquisto di voti. Lei ha ribattuto dicendo che Riccardo la tempestava di telefonate per avere i manifesti da affiggere e per estorcerle denaro ma lui ha ribattuto: “Se le estorcevo soldi mi avrebbe dovuto denunciare”.

A conclusione del confronto la difesa ha reiterato la richiesta di ascoltare in aula l’ex sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi e l’ex presidente della Provincia Armando Cusani ma il Tribunale presieduto da Caterina Chiaravalloti ha respinto entrambe le istanze dichiarando chiusa l’istruttoria dibattimentale. Si torna in aula il 18 e il 25 ottobre prossimi per le conclusioni dei pm e della difesa prima che il Tribunale entri in camera di consiglio per la sentenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo 'Scheggia', Riccardo: "La Cetrone mi ha dato oltre 80mila euro per la campagna elettorale"

LatinaToday è in caricamento