Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Rapina da Treccioni: "Ci hanno puntato contro la pistola minacciando di ucciderci"

Le testimonianze delle vittime del colpo a mano armata alla gelateria nel processo a Paolo Coppola, accusato di essere il responsabile insieme a Carlo Peluso

Hanno raccontato di essersi viste puntare contro la pistola le due dipendenti della gelateria Treccioni di viale Nervi vittime della rapina a amano armata del 3 settembre 2023. Le ragazze hanno parlato davanti al Tribunale di Latina nel processo a carico di Paolo Coppola, 48 anni, responsabiile del colpo insieme al 43enne Carlo Peluso. "Ero all'esterno del locale - ha ricordato una delle ragazze rispondendo alle domande del pubblico ministero  Giorgia Orlando - e stavamo mettendo in ordine prima di chiudere quando sono arrivati due in motorino: ho visto la pistola in mano a chi guidava che mi ha detto di stare ferma altrimenti mi ammazzava. Tutti e due avevano il casco. Poi ho sentito le urla della mia collega che era all'interno: dopo poco sono scappati facendo inversione e dirigendosi verso il Latina Fiori". la giovane ha anche precisato che la persona armata impugnava la pistola con la sinistra, uno degli elementi  che, insieme ai filmati delle videocamere di sorveglianza e al ritrovamento dello scooter rubato, dei caschi e degli indumenti, ha consentito agli investigatori della polizia di identificare e arrestare i rapinatori.

Anche l'altra dipendente ha confermato la dinamica di quanto accaduto quella domenica sera.mentre lei stava mettendo in ordine all'interno della gelateria prima di chiudere. "E' entrata una persona con il casco - ha raccontato - e mi ha fatto stendere a terra. Da lì attraverso la vetrata ho visto che fuori c'era un'altra persona con la pistola in mano. Mi ha detto di stare zitta e poi ha strappato la cassa dove c'era l'incasso della giornata, circa 3mila euro".

Il Tribunale, presieduto da Gian Luca Soana, ha disposto che il pubblico ministero depositi agli atti le riprese delle telecamere, poi ha rinviato al 4 settembre per la discussione e la sentenza. 

Per quanto riguarda Carlo Peluso, l'altro rapinatore, il suo processo si sta svolgendo davanti ad un altro collegio penale: la prossima udienza si terrà il 5 luglio. Entrambi hanno alle spalle condanne per possesso illegale di armi e reati contro il patrimonio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina da Treccioni: "Ci hanno puntato contro la pistola minacciando di ucciderci"
LatinaToday è in caricamento