rotate-mobile
Il caso

Processo Scheggia, la difesa: "Assolvete Gina Cetrone"

Ieri, 4 novembre, la lunga arringa del legale dell'ex consigliera regionale. Udienza aggiornata all'8 novembre per le repliche dei pm e la sentenza

Si torna in aula martedì 8 novembre per il processo nato dall'operazione Scheggia, che a gennaio del 2020 aveva portato all'arresto dell'ex consigliera regionale Gina Cetrone, del marito Umberto Paglioroli e di due noti esponenti del clan Di Silvio, Armando e il figlio Gianluca. Nella giornata di ieri, 4 novembre, si è tenuta una nuova udienza con l'arringa dell'avvocato Lorenzo Magnarelli che ha chiesto ai giudici l'assoluzione per Gina Cetrone. Un lungo intervento, quello del legale dell'imputata, che si è concluso solo nel tardo pomeriggio e che ha puntato a smontare, punto per punto, tutta la costruzione dell'impianto investigativo. 

Il punto di partenza sono state le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Agostino Riccardo, da cui sono partite le indagini, e che per il legale della difesa non sono attendibili. Nelle precedenti udienze anche gli altri legali del collegio difensivo, Oropallo, Palmieri e Giudetti, avevano puntato a smontare la credibilità del pentito anche per quanto riguarda il coinvolgimento del boss Armando "Lallà" Di Silvio.

Intanto, nell'udienza dello scorso 18 ottobre, i pubblici ministero della Direzione distrettuale antimafia, Corrado Fasanellie  Luigia Spinelli, avevano presentato le richieste di condanna: 13 anni di carcere per Armando Di Silvio e altrettanti per il figlio Gianluca, sette anni e sei mesi ciascuno invece per Gina Cetrone e l'ex marito Umbero Pagliaroli. Gli imputati sono chiamati a rispondere a vario titolo di estorsione, atti di illecita concorrenza, violenza privata e a una serie di illeciti con l’aggravante delle modalità mafiose, nell’ambito della campagna elettorale per le consultazioni amministrative di Terracina del 2016.

Il processo è stato rinviato alla prossima settimana per le replice dei pm e la sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Scheggia, la difesa: "Assolvete Gina Cetrone"

LatinaToday è in caricamento