Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Abusi sessuali su minori, il prof di religione sceglie il rito abbreviato

Accolta la richiesta del legale di Alessandro Frateschi per ottenere uno sconto di pena. Giudicate attendibili le testimonianze dei ragazzi, si torna in aula il 28 giugno

Ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato Alessandro Frateschi, l’ex insegnante di religione del liceo scientifico “Majorana” di Latina chiamato a rispondere di violenza sessuale su cinque ragazzi minorenni. La richiesta, che consente di ottenere uno sconto di un terzo della pena, è stata avanzata questa mattina al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Laura Morselli che l’ha accolta. 

Sempre nell’udienza odierna sono state depositate le conclusioni della psicologa Alessia Micoli, nominata dallo stesso gup, che ha ritenuto attendibili le testimonianze delle vittime, alcune delle quali erano state ascoltate in sede di incidente probatorio. In quella sede avevano confermato tutte le accuse nei confronti del professore che oggi non era presente in aula.

Frateschi, dopo avere trascorso un lungo periodo agli arresti domiciliari, il 10 maggio scorso era finito in carcere, dove si trova tuttora detenuto. L'aggravamento della misura cautelare è stato adottato in quanto l’ex diacono avrebbe incontrato delle persone non autorizzate nella casa di Terracina dove era ristretto ai domiciliari. Gli accertamenti, coordinati dalla Procura, sono stati condotti dai carabinieri nelle ultime settimane e hanno permesso quindi di documentare le violazioni da parte del 50enne.  prima instaurava un rapporto confidenziale con i suoi alunni e poi avviava un intenso rapporto via internet utilizzando Instagram grazie al quale intratteneva conversazioni a sfondo sessuale per poi passare al contatto fisico quando se ne presentava l’occasione. In aula oggi c’erano come sempre il Garante dell’infanzia regionale, Monica Sansoni e gli avvocati Nicodemo Gentile, Antonio Cozza e Francesca Giuffrida in rappresentanza delle vittime degli abusi che si sono costituite parte civile.

Il giudice ha fissato due nuove udienze: il 28 giugno per la requisitoria del pubblico ministero Giorgia Orlando e il 12 luglio per l’intervento delle parti civili e della difesa, rappresentata dagli avvocati Donatello D'Onofrio e Carlo Fusco. Poi il giudice entrerà in camera di consiglio per la sentenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi sessuali su minori, il prof di religione sceglie il rito abbreviato
LatinaToday è in caricamento