Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Salute, benessere e rieducazione: lo sport arriva all'interno del carcere

L'iniziativa promossa dal Coni ha coinvolto i detenuti di via Aspromonte con due discipline: la ginnastica a corpo libero e il badminton

Si è concluso progetto ‘Sport in carcere’, l’evento promosso dal Coni all’interno del carcere di Latina finalizzato a promuovere salute e benessere grazie ai benefici dell’attività fisica nell’ambito di un processo di ri-educazione attraverso le discipline sportive. 

I detenuti della casa circondariale di via Aspromonte hanno potuto praticare il badminton, con l’istruttore Adriano de Nardis e la ginnastica a corpo libero, con l’istruttrice Roberta Romagnuolo, entrambi professionisti del settore, già alla seconda edizione del progetto, diretti dal coordinatore tecnico del Coni di Latina Marcello Zanda.

“Le finalità del progetto – sottolinea la delegata Coni regionale per la provincia di Latina Alessia Gasbarroni - sono quelle di cercare di sviluppare un’educazione corporea e motoria per l’affermazione di abitudini sane nella quotidianità carceraria, uscendo dal sedentarismo, e la consapevolezza della salute psicofisica. Valorizzare la dimensione ludica come opportunità di socialità e di allentamento delle tensioni prodotte dalla condizione detentiva. Far acquisire una cultura sportiva fondata sui valori della continuità dell’attività, dell’autodisciplina e dell’aggregazione. Sport quindi non solo come promozione di sani stili di vita ma anche pratica disciplinante, come educazione alle regole”. La delegata del Coni coglie l’occasione per ringraziare la direttrice del carcere, Nadia Fontana, ed il Capo Area Giuridico Pedagogica, Rodolfo Craia, per la disponibilità che ogni anno mostrano nei confronti dell’iniziativa, il coordinatore tecnico Zanda e gli istruttori De Nardis e Romagnuolo che “con professionalità portano lo sport in un contesto non facile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute, benessere e rieducazione: lo sport arriva all'interno del carcere
LatinaToday è in caricamento