Cronaca

Didattica a distanza: protestano gli studenti del Liceo scientifico Grassi di Latina

I rappresentanti: "Il parere degli studenti deve essere protagonista nelle decisioni che influiscono sul loro percorso formativo. Vogliamo essere inclusi attivamente nelle decisioni del nostro istituto"

Protesta e sciopero questa mattina, 1 febbraio, degli studenti del liceo scientifico G.B.Grassi di Latina. Il nodo è la prosecuzione di una didattica che prevede le classi al 50% in presenza e al 50% in dad. "Nel corso dell'ultimo collegio docenti - spiegano i rappresentanti degli studenti - è avvenuta la votazione di un nuovo piano orario, che prevedeva una diversa rotazione delle presenze nelle classi, molto più simile a quella adottata dalla maggior parte delle scuole del nostro territorio, ma la proposta è stata respinta con un scarto di pochissimi voti".

Secondo gli studenti dello Scientifoco, la scelta di proseguire con classi divise tra didattica in presenza e a distanza, "oltre che causare gravi disagi, grava molto sia sul nostro percorso di apprendimento sia sulla condizione psicologica già di per sé difficile durante questo periodo". "Questa modalità - spiegano - impedisce l’ottimale svolgimento del nostro percorso formativo, anche laddove non si riscontrino comunque frequenti problemi legati alla connessione. Questa mattina eravamo davanti alla nostra scuola per un presidio simbolico, a partecipazione limitata nel rispetto delle norme anticovid, per richiedere fortemente un ritorno nelle classi al 100% e quindi una rimodulazione dell’organizzazione logistica del liceo, visto anche il potere non ostativo degli esperti chiamati a relazionare in merito alla sicurezza".

"Vogliamo mandare un messaggio forte - concludono - il parere degli studenti deve essere protagonista nelle decisioni che influiscono sul loro percorso formativo. Vogliamo essere inclusi attivamente nelle decisioni del nostro Istituto. Siamo pronti a dialogare nel modo più proficuo possibile con la presidenza e con tutti i docenti per poter trovare una soluzione al problema, ma al tempo stesso abbiamo una responsabilità nei confronti dei nostri compagni di scuola, che necessitano di una risposta tempestiva e netta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Didattica a distanza: protestano gli studenti del Liceo scientifico Grassi di Latina

LatinaToday è in caricamento