rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Infiltrazioni criminali nell'economia: il Comune e la prefettura firmano un protocollo

L'intesa per tutelare l'economia legale negli appalti pubblici e nelle concessioni. Sotto la lente d'ingrandimento il commercio, l'edilizia, il settore dei trasporti e dei rifiuti

Un protocollo di legalità e prevenzione antimafia è stato siglato da Comune di Latina e prefettura, alla presenza del prefetto Maurizio Falco, del sindaco Damiano Coletta e dei vertici delle forze dell'ordine, questore e comandanti provinciali di carabinieri e guardia di finanza. L'obiettivo della nuova intesa è quello di rafforzare gli strumenti di prevenzione antimafia soprattutto in un periodo delicato come quello attuale, caratterizzato da possibili infiltrazioni di associazioni criminali nell'economia legale.

Per quanto riguarda gli appalti pubblici e le concessioni di lavori e forniture, il protocollo prevede un abbassamento delle soglie per l'assoggettamento  dei contratti all'informazione antimafia. Con riferimento poi ai settori giudicati "sensibili", come il trasporto di materiali in discarica e il trasporto e lo smaltimento di rifiuti per conto terzi, l'intesa stabilisce poi una specifica disciplina che garantisca la sussistenza del presupposto dell'iscrizione dell'impresa appaltatrice  nella "white list" ai fini del rilascio della documentazione antimafia.

Per i settori dell'edilizia e dell'urbanistica le fattispecie da sottoporre a controllo sono state limitate alle convenzioni di lottizzazione, mediante le quali soggetti privati cedono al Comune aree di territorio da destinare a uso pubblico, che possono rappresentare, per gli interessi in gioco e la potenziale incidenza sul tessuto urbano, terreno di infiltrazioni criminali. Un ulteriore settore sensibile è quello del commercio, in particolare le attività di ristorazione, le attività ricettive, gli esercizi di pubblico spettacolo, le sale gioco e le sale scommesse, per le quali il Comune comunicherà all'impresa richiedente, all'atto della presentazione della Scia, le verifiche antimafia.

"L'intesa che abbiamo sottoscritto oggi è un ulteriore elemento di garanzia - ha spiegato il sindaco Coletta - di cui prefettura e Comune hanno scelto di dotarsi per prevenire in maniera sinergica qualsiasi tentativo di infiltrazione nell'economia del nostro territorio. Ringrazio il prefetto per questa opportunità e come sindaco sono onorato e orgoglioso di prendere parte alla costruzione di percorsi di legalità cristallini che siano in grado di fornire garanzie e certezze per la nostra comunità".

"Questo strumento - aggiunge il prefetto Falco - consente di estendere le verifiche antimafia a quei settori dell'economia maggiormente permeabili a ingerenze da parte di associazioni mafiose e nei quali potrebbero annidarsi interessi economici rilevanti. In particolare, la crisi di liquidità potrebbe aprire spazi all'ingresso di capitali provenienti da attività illegali nei settori dei lavori pubblici, dell'edilizia e dell'urbanistica , nonché quello turistico e del settore della ristorazione. E' questa la ragione per cui abibamo deciso in stretta sinergia con il sindaco di rafforzare e rendere ancora più incisiva l'attività di prevenzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infiltrazioni criminali nell'economia: il Comune e la prefettura firmano un protocollo

LatinaToday è in caricamento