Cronaca

Rapina e tentata estorsione al barber shop in centro a Latina: due arresti

I malviventi erano stati subito rintracciati e denunciati. Poi sono tornati dalla vittima minacciandola e intimandole di consegnare 2mila euro per pagare gli avvocati

Due misure cautelari in carcere sono state eseguite oggi dalla polizia nei confronti di altrettanti noti pregiudicati del capoluogo di Latina, di 27 e 28 anni, accusati di rapina e tentata estorsione. Le indagini sono scattate subito dopo la rapina subita il 12 gennaio scorso dal titolare di un barber shop in pieno centro cittadino. La vittima aveva riportato anche una frattura del naso ma era riuscita a descrivere i malviventi agli agenti della squadra volante intervenuti sul posto.

Gli agenti avevano quindi individuato subito i due responsabili, che erano stati inizialmente denunciati a piede libero. In seguito il procuratore aggiunto della Procura Lasperanza e il sostituto procuratore Sgarella hanno delegato alla Squadra Mobile un accurato approfondimento investigativo e le indagini hanno dimostrato come, dopo la denuncia sporta dalla vittima della rapina, gli stessi malviventi si fossero nuovamente presentati nella barberia, minacciando il malcapitato e chiedendogli, a titolo estorsivo, la somma di 2000 euro, a loro dire necessaria per pagare l’onorario degli avvocati.

Tutta l’illecita attività è stata così ricostruita dagli investigatori che hanno redatto una dettagliata informativa di reato che ha permesso al gip del Tribunale di Latina Bortone di emettere una ordinanza di misura cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina e tentata estorsione al barber shop in centro a Latina: due arresti

LatinaToday è in caricamento