Rapina la ex al Parco Falcone e Borsellino, il 26enne resta in carcere

Il giovane è stato interrogato questa mattina dal gip. Aveva anche violato il divieto di avvicinamento alla ragazza

Interrogatorio in carcere questa mattina per il 26enne che mercoledì aveva aggredito l’ex fidanzata e le aveva rubato il telefonino all’interno del Parco Falcone Borsellino di Latina.

Il giovane, che è assistito dall’avvocato Giovanni Codastefano e deve rispondere di rapina e violazione degli arresti domiciliari, è stato ascoltato dal giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario al quale ha raccontato che quel cellulare glielo aveva dato lui. A conclusione dell’interrogatorio il gip ha convalidato l’arresto e confermato la detenzione in carcere per il pericolo di reiterazione del reato visto che il 26enne ha anche violato il divieto di avvicinamento alla ragazza e poi i domiciliari per averle rotto un dito durante una precedente lite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

  • Aggressione ai paparazzi a Ponza, Belen e Stefano De Martino accusati di rapina

  • Si tuffa in mare per sfuggire ai carabinieri, nascondeva cocaina ed eroina. Arrestata

  • Cisterna, caseificio chiuso dal Nas continua a produrre mozzarelle: denunciato il titolare

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

Torna su
LatinaToday è in caricamento