menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Era il mandante di una rapina: condanna definitiva e arresto per Costantino Di Silvio

Il colpo nel 2017 ai danni di un distributore di benzina di Latina. L'esecutore materiale aveva contratto un debito per dosi di droga non pagate

Arrestato a dicembre del 2017 dalla squadra mobile per rapina. Costantino Di Silvio, 20enne appartenente alla nota famiglia rom del capoluogo e ritenuto giovane emergente della criminalità locale, deve ora scontare una condanna definitiva a 4 anni e 8 mesi di reclusione per i reati di estorsione e rapina. E' considerato il mandante di un colpo messo a segno ai danni del distributore Tamoil di via Bruxelles. L'esecutore materiale era invece Alessandro Elias Lazzarini, che aveva contratto con Di Silvio un debito a causa di una partita di droga non pagata.

Da 100 euro la somma era lievitata a 400 e il giovane si era visto costretto a compiere rapine consegnando l'incasso. Gli investigatori della squadra mobile erano riusciti prima ad identificare Lazzarini grazie alle immagini della videosorveglianza e poi avevano ricostruito il quadro ed erano risaliti a Di Silvio analizzando i tabulati telefonici dell'utenza di Lazzarini, che mostravano chiaramente ripetuti contatti, anche in concomitanza con la rapina, avvenuti con l'esponente della famiglia rom. 

A dicembre 2017 il 20enne era quindi finito in manette in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del tribunale di Latina. Ora la condanna definitiva. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento