Un nuovo ospedale per Latina, la Regione sblocca 230milioni di euro. Sorgerà a Borgo Piave

Via libera all'utilizzo dei fondi per l'edilizia sanitaria. Il Pd pontino: "Un grande risultato per il nostro territorio"

Via libera della Regione e dell’assessore alla sanità Alessio D’Amato alla realizzazione del nuovo ospedale di Latina al quale sono destinati 230 milioni di euro di risorse pubbliche attinte al fondo per l’edilizia sanitaria. Il nuovo nosocomio sorgerà sull’area di proprietà della Regione Lazio di 13 ettari situata in prossimità di Borgo Piave, vicina quindi alla Pontina.  A dare la notizia il segretario provinciale del PD Claudio Moscardelli e i consiglieri regionali Enrico Forte e Salvatore La Penna ia conclusione di una serie di incontri dai quali è arrivato l’ok per destinare le risorse necessarie per il nuovo ospedale di Latina che sostituirà il Santa Maria Goretti.

“È con grande soddisfazione – spiegano Moscardelli, La Penna e Forte - che il PD annuncia questa scelta in favore del nostro territorio e ringrazia l’assessore regionale D’Amato e il Presidente Zingaretti per questo investimento di grande valore per la sanità pontina. Insieme alla stabilizzazione dei precari , all’assunzione di personale infermieristico e medico, all’investimento in tecnologia , alla salvaguardia di tutti i Punti di Primo Intervento e alla decisone di ampliare il servizio dei PPI con le Case della Salute rafforzando il pilastro della sanità territoriale, la Regione Lazio fa un grande investimento sull’edilizia sanitaria e, dopo aver stanziato le risorse necessarie per realizzare l’ospedale del Golfo a Formia, sceglie di realizzare il nuovo ospedale Dea di II livello a Latina. La Regione sta approntando il provvedimento per l’aggiornamento della rete ospedaliera e dall’ultima riunione è scaturita la decisione di inserire la nuova struttura ospedaliera di Borgo Piave che sostituirà il Goretti. Ora avremo il 100% di risorse pubbliche per realizzare l’intera struttura con le risorse liberate dal risanamento dei conti”.  

Nel frattempo si pensa comunque a potenziare l’attuale nosocomio. Con l’inizio del prossimo anno saranno conclusi i lavori di ampliamento del Pronto Soccorso che avrà 340 metri quadrati in più, più spazio per i codici rossi e più posti letto. Sono in fase di completamento anche  l’ampliamento della rianimazione, il completamente della Terapia Intensiva, il riconoscimento della Regione dell’ospedale come Stroke ready, grazie alle sue capacità di intervento, di trattamento e di riabilitazione dell’ictus. Tra poco sarà inaugurata la camera ibrida con tecnologia di grande qualità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, nel Lazio sfiorati i 2mila casi giornalieri, 25mila i tamponi. Aumentano i guariti

  • Coronavirus Latina, i contagi continuano a salire: altri 139 casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento