Venerdì, 12 Luglio 2024
Il caso

Satnam Sing, i sindacati: "Permesso di soggiorno ai familiari per partecipare ai funerali"

Sono pronti a partire i familiari stretti del lavoratore indiano deceduto per un incidente sul lavoro dopo aver perso un braccio. La richiesta inoltrata al ministro Tajani

Sono pronti ad arrivare in Italia i familiari di Satnam Singh, il lavoratore indiano morto in seguito a un incidente sul lavoro avvenuto nelle campagne di Latina in cui aveva perso un braccio. Dopo l'arrivo nei giorni scorsi della sorella della moglie, accolta in un'abitazione protetta del capoluogo, i sindacati chiedono ora alle autorità italiane di rilasciare un permesso di soggiorno speciale anche ai familiari della vittima.

Le segreterie di Fai Cisl e Uila Uil di Latina, che già il 25 giugno avevano partecipato alla manifestazione indetta dalla comunità indiana in ricordo dell'uomo, annunciano di aver inoltrato ufficialmente la richiesta al ministro degli Esteri Antonio Tajani. Accogliendo le istanze del portavoce della comunità indiana, chiedono dunque al Governo italiano un permesso di soggiorno per consentire l'ingresso in Italia dei familiari di Satnam Singh, padre, madre e fratelli, per seguire da vicino le esequie e per permettere loro di restare nel nostro Paese per la durata del processo verso coloro che hanno causato la sua tragica morte.

“Ci auguriamo che questo rilascio avvenga quanto prima - spiegano i sindacati - soprattutto dopo la notizia di sabato in cui ci è stato riferito che il corpo di Satnam è stato reso disponibile per i suoi familiari. Confidiamo che il ministro, il quale ha già dimostrato tutta la sua sensibilità verso questa atroce tragedia rilasciando i permessi di soggiorno ai familiari di Soni, faccia altrettanto nei confronti di un’intera famiglia che ha perso un figlio”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Satnam Sing, i sindacati: "Permesso di soggiorno ai familiari per partecipare ai funerali"
LatinaToday è in caricamento