rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Sanità

Carenza di personale alla Asl, l'appello della Uil Fpl: "Occorre riorganizzare i servizi"

Il sindacato sottolinea il problema del personale che si trova "in trincea" da quattro ondate della pandemia e quello delle lunghe liste d'attesa difficili da smaltire

La Uil Fpl di Latina continua a segnalare la grave e insostenibile carenza della dotazione organica della Asl di Latina che continua ad essere insufficiente nonostante l'assunzione di un cospicuo numero di unità lavorative.

"Bisogna cambiare urgentemente passo - scrive il sindacato in una nota - e dar seguito alla più volte annunciata “svolta organizzativa” per ridare dignità alla gestione dei servizi sanitari. Senza le dovute assunzioni stabili, i lavoratori saranno costretti a sopportare ancora altissimi carichi di lavoro, all’interno di un preoccupante contesto di Risk Management (rischio clinico) e di Burnout sistematico (esaurimento psico-fisico)! Si rammenta che i lavoratori in questione hanno un’età media che supera i 56 anni con molte ore di straordinario e prestazioni aggiuntive effettuate, nonché molte giornate di ferie 2 pregresse non godute. Inoltre - continia la Uil Fpl - la gestione “in trincea” di quattro pandemie consecutive e i numerosi contagi Covid-19 in ambito lavorativo, hanno ulteriormente stremato le loro forze". La Uil stima attualmente un fabbisogno assunzionale minimo, ma non ottimale, di oltre 600 unità lavorative a tempo indeterminato e full-time (medici, dirigenti, infermieri, tecnici, oss, ostetriche e amministrativi). "Questo  - si legge ancor anella nota - per poter fronteggiare lo smaltimento delle lunghe liste di attese riguardanti la cura delle patologie ordinarie (sospese a causa della pandemia Covid-19) e poter pianificare una idonea organizzazione dei servizi, in grado di fronteggiare eventuali, possibili, anche se non auspicabili, recrudescenze pandemiche. Bisogna poi considerare l’imminente periodo estivo (giugno-luglio-agosto-settembre) caratterizzato da un’aumentata presenza di turisti sull’intero territorio provinciale e la conseguenziale necessità di dovere garantire maggiori prestazioni sanitarie. Oltretutto, durante tale periodo, bisogna garantire il diritto delle ferie estive a tutto il personale in servizio".

"Pertanto, la Uil Fpl Latina rivolge un accorato appello a tutte le istituzioni in indirizzo, affinché prendano piena consapevolezza della drammaticità delle problematiche evidenziate per predisporre, per quanto di competenza, le opportune e necessarie azioni risolutive. I cittadin della provincia di Latina hanno diritto di potere usufruire di servizi sanitari pubblici efficienti, nella stessa misura degli altri cittadini italiani. Ribadiamo con forza che la sanità è un bene primario e perciò un tassello imprescindibile per il benessere sociale, dunque una priorità per la collettività. Inoltre i lavoratori non possono più subire altissimi carichi di lavoro a discapito della propria integrità psico-fisica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di personale alla Asl, l'appello della Uil Fpl: "Occorre riorganizzare i servizi"

LatinaToday è in caricamento