Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Morte di Satnam e caporalato: "Un fenomeno diffuso, necessari maggiori controlli"

Parla il Procuratore della Repubblica Giuseppe De Falco. "Non abbiamo nulla da rimproveraci, abbiamo fatto molte inchieste"

"Il caporalato è sicuramente un fenomeno in crescita in questo territorio ma la Procura dei Latina non ha nulla da rimproverarsi: sono state fatte numerose indagini, sono stati fatti processi e molti sono in corso per tale reato".

A parlare è il procuratore della Repubblica Giuseppe De Falco, titolare dell'indagine sulla morte di Satnam Singh che vede iscritto nel registro degli indagati per omicidio colposo, omissione di soccorso e violazione delle norme sul lavoro, il 37enne imprenditore Antonello Lovato. Il magistrato nel suo ufficio di via Ezio ribadisce di voler mantenere il più stretto riserbo sull'inchiesta in corso, affidata ai carabinieri del Comando provinciale. Spiega soltanto come, in assenza della flagraza del reato e del pericolo di fuga, non fosse consentito l'arresto del titolare dell'azienda di borgo Santa Maria dove si è verificato l'incidente poi rivelatosi fatale per il bracciante. 

"Il numero delle aziende ove si riscontra lo sfruttamento della manodopera straniera in questo circondario non è di poco conto - sottolinea De Falco - e probabilmente sarebbero necessari maggiori controlli, anche preventivi, per evitare che le condizioni di lavoro di queste persone restino nell'ombra e non vedano la luce. Ma spesso prevale la paura dei braccianti, la maggior parte dei quali provenienti dai paesi orientali, che vivono in condizioni precarie e temono di perdere l'unico lavoro che hanno. Così subiscono e questa omertà contribuisce a tenere sotto silenzio quanto accade in queste aziende". "In alcuni casi le indagini hanno preso via da verifiche amministrative - spiega - a volte dalle denunce dei sindacati ma bisogna sicuramente incrementare i controlli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Satnam e caporalato: "Un fenomeno diffuso, necessari maggiori controlli"
LatinaToday è in caricamento