rotate-mobile
Cronaca

Droga e reati contro il patrimonio e la persona: sorveglianza speciale per Giuseppe De Rosa

Il provvedimento del tribunale di Roma scattato per il 19enne pontino, già arrestato a marzo perché trovato con gli stupefacenti in casa

Un'altra sorveglianza speciale è stata notificata nella giornata di oggi, 16 novembre, dai carabinieri del reparto operativo del Nucleo investigativo di Latina. Il decreto è stato emesso dalla sezione III penale- misure di prevenzione- del tribunale di Roma su richiesta della procura di Latina. Il destinatario è il 19enne pontino Giuseppe De Rosa, già arrestato lo scorso marzo dai carabinieri perché trovato con dosi di droga in casa.

Il giovane, appartenente alla nota famiglia del capoluogo ripetutamente finita sulle cronache, è considerato un "soggetto pericoloso" che "vive abitualmente con i proventi di attività delittuosa e dedito alla commissione di reati che pongono in pericolo la sicurezza e la tranquillità pubblica". L'attività di indagine dei carabinieri ha consentito di dimostrare che, da quando era minorenne, Giuseppe De Rosa si è dedicato ad attività criminali, reati contro il patrimonio e la persona e in materia di stupefacenti.

Il nuovo provvedimento della sorveglianza speciale obbligherà ora il 19enne, per un anno, a non allontanarsi dal comune di residenza, a non uscire dalla propria abitazione nell’arco orario compreso dalle 21 alle 7, a darsi immediatamente alla ricerca di un lavoro ea non associarsi a persone che hanno subìto condanne e sono sottoposte a misure di prevenzione.

I

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e reati contro il patrimonio e la persona: sorveglianza speciale per Giuseppe De Rosa

LatinaToday è in caricamento