rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
CRONACA

Coinvolto nell'operazione Scarface, scatta la sorveglianza speciale per un 45enne

Il destinatario del provvedimento è Mirko Lolli, 45 anni, di Latina, ritenuto un "soggetto pericoloso" per i suoi precedenti

Un decreto di applicazione della misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, emesso dal tribunale di Roma su richiesta della procura di Latina, è stato eseguito a carico di un 45enne del capoluogo. Si tratta di Mirko Lolli, ritenuto un "soggetto pericoloso in quanto vive abitualmente con i proventi di attività delittuosa ed è dedito alla commissione di reati che pongono in pericolo la sicurezza e la tranquillità pubblica".

L'attività di indagine condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo, guidati dal tenente colonnello Antonio De Lise, ha messo in luce come l'uomo sia stato coinvolto in diverse indagini per reati contro la persona, il patrimonio e la pubblica amministrazione. Il nome di Mirko Lolli figura fra i 33 arrestati nell'ambito dell'operazione Scarface, conclusa nel 2021, che aveva smantellato il clan Di Silvio legato a Giuseppe "Romolo". Il 45enne allora era finito in carcere insieme ad altre 26 persone, tra cui appunto i vertici della famiglia. Secondo le carte di quell'inchiesta era legato allo spaccio di stupefacenti gestito dalla famiglia. Prima di quell'arresto tuttavia era già stato coinvolto in altri reati.

Ora il provvedimento della sorveglianza speciale lo obbligherà, per i prossimi due anni, a non uscire dalla sua abitazione tra le 22 e le 6,30 e a non frequentare persone che abbiano subito condanne o che siano sottoposte a misure di prevenzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coinvolto nell'operazione Scarface, scatta la sorveglianza speciale per un 45enne

LatinaToday è in caricamento