Aveva 240 dosi di eroina, condannato a tre anni e dieci mesi di carcere

Il processo ad un 40enne preso dai carabinieri e accusato di detenzione a fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale

Era stato arrestato con 240 dosi di eroina e questa mattina è stato condannato a tre anni e dieci mesi di carcere. Rida Allali è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Cario per essere giudicato con il rito immediato abbreviato.

Lo straniero, 40 anni, di nazionalità algerina e senza fissa dimora, era chiamato a rispondere non soltanto di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti ma anche di resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo era stato fermato il 27 settembre dello scorso anno dai carabinieri nell’ambito di un servizio di controllo del territorio e mentre veniva sottoposto ad una perquisizione aveva opposto resistenza ed era fuggito per poi essere preso dai militari: addosso aveva alcuni involucri contenenti 15 grammi di eroina dalla quale si sarebbero potute ricavare 240 dosi.

Questa mattina il processo con rito abbreviato su richiesta della difesa rappresentata dall’avvocato Alessia Vita. Il pubblico ministero Marco Giancristofaro aveva chiesto una condanna a quattro anni e mezzo di carcere mentre il gup, al termine della camera di consiglio, lo ha condannato a tre anni e dieci mesi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento