Processo Super Job, parlano gli ultimi difensori. La sentenza a settembre

Oggi udienza preliminare per Martano e Speranza, gli avvocati hanno chiesto l'assoluzione

Ultima  udienza questa mattina davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giorgia Castriota del processo Superjob che per alcuni degli imputati si sta svolgendo con rito abbreviato.

L’indagine della Guardia di Finanza di Latina e dalla tenenza di Aprilia, nell’ambito della quale erano state arrestate 18 persone con il sequestro di 15 milioni di euro, è incentrata su un sistema di cooperative intestate a prestanome che duravano al massimo un paio di anni, il tutto per evadere il fisco.

Oggi in aula hanno parlato l’avvocato Angelo Palmieri per Salvatore Martano e Gaetano Marino per Carmine Speranza per i quali il pubblico ministero Giuseppe Bontempo aveva chiesto rispettivamente cinque anni e quattro anni e otto mesi. La difesa ha contestato la qualificazione del reato che viene contestato ai due imputati, quello di corruzione in atti giudiziari per entrambi. Poi l’udienza è stata rinviata al 12 settembre prossimo per eventuali repliche dell’accusa e poi per la sentenza a carico di tutti.

Il pm nelle scorse udienze aveva chiesto  sei anni e dieci mesi per Fabio Cardenia, sei anni e sei mesi per Enrico Fiorillo, tre anni e quattro mesi per Simona Nardi, tre anni e otto mesi per Andrea e Alessandro Aquilini; tre anni e dieci mesi per Federico Paoloni e Marco Cristofaro, tre 3 anni e quattro mesi  per Clementina Sprela e Graziella Caddeo. Per quanto riguarda invece Giovanni Vartolo, 61 anni, imprenditore originario di Sermoneta, ritenuto uno dei principali artefici del sistema di frodi fiscali e corruzione al centro dell’inchiesta con cooperative fatte nascere solo perché funzionali, ha scelto di patteggiare la pena ed è stato condannato a quattro anni e otto mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento