menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti tunisini all'ex Rossi Sud di Latina: iniziati i tamponi, poi quarantena per tutti

Tra loro ci sono diversi minori e nuclei familiari. Situazione sotto controllo da parte delle forze dell'ordine

Sono iniziate questa mattina, 29 luglio, le procedure per effettuare tamponi sui migranti arrivati nella tarda serata di ieri nel capoluogo pontino e sistemati pressi i locali della ex Rossi Sud, alle porte della città. Gli stranieri, a quanto pare 57 in tutto, arrivano prevalentemente dalla Tunisia e sono sbarcati a Lampedusa. Come ieri ha spiegato il nuovo prefetto Maurizio Falco, la priorità è quella di fronteggiare un'eventuale emergenza sanitaria e sottoporre tutti a uno screening prima di distribuirli verso altre strutture dove potranno effettuare la quarantena.

Il personale della Asl, dalle 9 di oggi, ha allestito una postazione all'esterno dell'edificio dove sono stati accolti i cittadini stranieri. Entro il pomeriggio arriveranno i primi risultati e si deciderà come procedere. In caso di positivi, i sintomatici saranno ricoverati, gli asintomatici probabilmente trasferiti presso altre strutture. Nel caso invece in cui i test siano tutti negativi, i migranti saranno sistemati in altri centri per la quarantena, sotto stretta sorveglianza delle forze dell'ordine per evitare rischi di fuga.

Tra loro ci sono diversi minorenni e alcuni gruppi familiari. I locali dell'ex fabbrica di via dei Monti Lepini sono stati allestiti con le dotazioni minime: letti e beni di prima necessità per trascorrere la notte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento