Infrastrutture e mobilità, tavolo in prefettura: al centro il viadotto di Formia e il ponte di Monte San Biagio

Convocati i rappresentanti di Anas e Astral, della Regione e della Provincia insieme al sindaci dei comuni interessati

Prima riunione in prefettura del tavolo tecnico per la mobilità e le infrastrutture. Presenti, oltre al prefetto Maurizio Falco, i rappresentanti di Astral e Anas, della Regione Lazio, il questore di Latina e la polizia stradale, il sindaco di Formia e il vice sindaco di Latina. Il punto di partenza del nuovo tavolo permanente è la situazione del viadotto di Formia su cui nelle scorse settimane sono state effettuate prove di carico per verificarne la sicurezza. In attesa di un report definitivo, i primi risultati sono già confortanti rispetto alle previsioni.  “Il limite delle 24 tonnellate – spiega il sindaco di Formia Paola Villa – potrebbe essere superato. Sul problema del viadotto c’è stato un ottimo lavoro di squadra che ha consentito di agire in tempi rapidi. L’Astra ha avviato un monitoraggio su tre viadotti su otto che presentano criticità e nei prossimi giorni, dopo i sopralluoghi, partiranno le prime indagini anche sul secondo viadotto, quello della Quercia”.

Altro punto di cui si è discusso in prefettura è stato il ponte di Monte San Biagio, sotto il quale c’è l’alta velocità delle ferrovie. Rfi ha avviato un monitoraggio dell’infrastruttura, propedeutico a lavori di manutenzione e poi a un’opera di demolizione e ricostruzione. Il rischio, bloccando una strada che consente un importante collegamento sul territorio, era quello di tagliare fuori dalla viabilità importanti aziende. Per questa ragione, proprio nel corso del tavolo, è stata individuata una possibile soluzione alternativa: un’altra strada di collegamento non con l’Appia ma con la Flacca. E’ attualmente già esistente ma occorre adeguarla alla tipologia di traffico, caratterizzato soprattutto da mezzi pesanti.

Un ultimo accenno alla strada Pontina: Anas ha annunciato lavori sul manto stradale già in corso e prossimi interventi in programma sulla potatura della vegetazione e la segnaletica.

“Le infrastrutture di questo territorio – spiega il prefetto Maurizio Falco – sono sproporzionate rispetto alle esigenze. E’ importante quindi individuare subito le criticità e soprattutto finanziamenti veloci per gli interventi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al lido di Latina: carabiniere si toglie la vita con un colpo di pistola

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina: in provincia sono 147 i nuovi casi. Altri tre decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento