Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Tenta la rapina, poi fugge e picchia gli agenti di polizia che lo hanno fermato: arrestato

Protagonista un indiano 29enne irregolare e con quale precedente. Ha rotto il vetro di un'auto con a bordo due ragazzi ma non è riuscito a rubare

Tentata rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Queste le accuse nei confronti di un cittadino indiano arrestato nella notte tra sabato e domenica dagli agenti della Questura di Latina.  

Era da poco passata la mezzanotte quando due ragazzi di Latina, a bordo di una autovettura in una zona periferica del capoluogo pontino, sono stati avvicinati da un cittadino di nazionalità straniera, che, nel tentativo di asportare alcuni oggetti dal sedile posteriore della vettura, ha rotto il vetro dell’auto. Non essendo riuscito nell’impresa l’uomo si è dato alla fuga. Diramata, su segnalazione delle vittime, la nota di ricerca del rapinatore, gli agenti dell’ufficio Volanti sono riusciti a rintracciarlo sulla strada statale Pontina. Lo straniero, 29 anni, è stato riconosciuto quale autore della tentata rapina e tratto in arresto.

Durante le procedure di identificazione l’arrestato, irregolare sul territorio e con precedenti di polizia, ha reagito agli agenti, colpendoli con calci e pugni, costringendoli a ricorrere a cure mediche.

Immobilizzato anche con l’uso dello spray al peperoncino in dotazione agli agenti l’indiano è stato portato presso le camere di sicurezza della Questura, in stato di arresto, in attesa del processo per direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta la rapina, poi fugge e picchia gli agenti di polizia che lo hanno fermato: arrestato

LatinaToday è in caricamento