menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione antiterrorismo Mosaico, la Cassazione conferma condanna per Abdel Napulsi

L'uomo, palestinese di 39 anni, era accusato di addestramento con finalità di terrorismo. Era stato arrestato nel 2018 nell'ambito di un'operazione delle Digos di Latina e Roma

Era stato raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare a marzo del 2018 insieme ad altre quattro persone, nel corso dell'operazione antiterrorismo Mosaico, condotta dalle Digos di Latina e di Roma. Ora per Abdel Napulsi, palestinese di 39 anni, viene confermata in Cassazione la condanna a quattro anni di carcere.

Secondo l'attività investigativa partita dalla Questura di Latina, Napulsi, dopo essersi radicalizzato aveva fatto ricerche su internet sull'uso di armi da fuoco e lanciarazzi e nel deepweb su "come acquistare mezzi di trasporto pesanti come camion o pick up idonei a montare armi da guerra, nonché a scaricare e visionare modalità di acquisto di armi finalizzate ad arrecare grave danno al Paese". Tutto il materiale era stato trovato all'interno di un tablet che la polizia aveva trovato e sequestrato nell'abitazione che l'uomo condivideva con alcuni stranieri in zona Marconi a Roma.

L'uomo, considerato vicino alla rete di fiancheggiatori dell'attentatore di Berlino Anis Amri, è accusato di autoaddestramento con finalità di terrorismo.  Nell’ordinanza di arresto per terrorismo era sospettato di avere atteggiamenti che corrispondevano alla “progettazione di attentati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento