rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Traffico illecito di rifiuti: maxi sequestro da 6 milioni e mezzo di euro

Nel mirino della guardia di finanza una società che gestiva ingenti quantitativi di rifiuti anche speciali. L'indagine coordinata dalla Dda di Roma

Un sequestro da 6 milioni e mezzo di euro è stato eseguito questa mattina, sotto la direzione e il coordinamento della procura di Roma, da parte del nucleo di polizia economico finanziaria della guardia di finanza. Destinataria del provvedimento è una società che ha conseguito profitti derivanti dal traffico illecito di rifiuti. 

L’operazione costituisce l’esito di un’articolata e complessa attività investigativa svolta su delega della Dda di Roma riguardante la società che, in violazione della normativa in materia ambientale, riceveva e gestiva illecitamente, e dunque in assenza della documentazione di legge, ingenti quantitativi di rifiuti speciali e urbani, pericolosi e non pericolosi, provenienti da privati, società o imprese individuali prive dell’iscrizione all’Albo dei gestori ambientali. Per poter distinguere i proventi legalmente conseguiti dalla società oggetto di indagine, da quelli al contrario frutto del traffico illecito si è reso necessario un minuzioso esame contabile e documentale. L'attività investigativa ha dimostrato la rilevante incidenza dei conferimenti illeciti sul volume degli affari della società che, attraverso una condotta sistematica e prolungata nel tempo, aveva conseguito vantaggi anche relativamente alla sua posizione sul mercato.

Il provvedimento cautelare di sequestro emesso dal tribunale di Roma su richiesta della Dda capitolina ha riguardato conti correnti e crediti societari fino al raggiungimento della somma di 6.366.301 euro, pari al profitto illecito conseguito dalla società, di cui l’autorità giudiziaria ha disposto il sequestro preventivo funzionale alla confisca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico illecito di rifiuti: maxi sequestro da 6 milioni e mezzo di euro

LatinaToday è in caricamento