rotate-mobile
Cronaca

"Ci hai urtato la macchina, ora paga". Si fingono poliziotti e truffano un imprenditore

L'episodio qualche sera fa in via Isonzo dove la vittima aveva appena parcheggiato. ha cercato di resistere poi ha dovuto consegnare 200 euro

Hanno cercato di estorcere denaro ad un imprenditore con la scusa dello specchietto e spacciandosi per poliziotti: la vittima, fiutata la truffa inizialmente ha cercato di resistere poi ha dovuto consegnare i soldi salvo poi denunciare quanto accaduto.

E’ successo in via Isonzo qualche sera fa quando l’imprenditore, che aveva appena parcheggiato la sua auto sotto casa, è stato avvicinato da due individui che gli fanno notare che nella manovra aveva urtato la loro vettura provocando un lieve danno per il quale chiedono 200 euro. L’uomo non è molto convinto ma i due dicono di essere due poliziotti e mostrano velocemente un tesserino poi quando lui mostra di non voler pagare iniziano a strattonarlo così alla fine non gli rimane che cedere e pagare. Sull’episodio ora indagano i carabinieri ai quali l’imprenditore si è rivolto per denunciare l’accaduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ci hai urtato la macchina, ora paga". Si fingono poliziotti e truffano un imprenditore

LatinaToday è in caricamento