menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Decine di truffe online e conti svuotati: vittime anche a Latina

Il sistema scoperto a Reggio Emilia, decine le province coinvolte. Sette persone denunciate

Ammanchi di denaro sul conto in banca invece del pagaemnto per la merce venduta. La truffa pnline è stata scoperta a Reggio Emilia ma ha riguardato diverse province italiane tra cui Latina, oltre a Parma, Modena, Potenza, Lecce, Sondrio, Padova, Pistoia, Firenze, Viterbo, Frosinone, Roma, Pordenone, Pesare, Udine, Livorno, Agrigento, Torino, Genova, Cagliari, Napoli, Bergamo e Treviso.

La modalità della truffa era sempre la stessa:gli artefici contattavano le vittime che avevano pubblicato annunci di vendita sul sito www.subito.it. Oltre a mostrarsi interessati agli acquisti si rendevano disponibili a pagare subito, ma solo con modalità Atm. I carabinieri di San Polo d'Enza, nel Reggiano, hanno denunciato sette persone, tra i 19 e i 51 anni, tra cui un ristoratore, tutti dimoranti tra i comuni di Velletri, Ciampino, Genzano e Castel Gandolfo. Sono accusati di truffa aggravata in concordo, riciclaggio e indebito utilizzo di carte elettroniche abilitate ai pagamenti, commessi nell'intero territorio nazionale.

In meno di un mese sono stati registrati una trentina di colpi per circa 40.000 euro. Parte dei soldi della truffa venivano reimpiegati in un ristorante romano che, nonostante il lockdown, fatturava decine di migliaia di euro,incassando soldi per pranzi e cene fittizie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento