Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Vaccini, in provincia di Latina disdette di Astrazeneca al 3-4%

Lo chiarisce la nuova direttrice della Asl pontina Silvia Cavalli, precisando anche che non c'è legame accertato con il caso della donna colpita da trombosi cerebrale

Le disdette delle vaccinazioni con AstraZeneca in provincia di Latina "non sono particolarmente rilevanti, siamo sul 3-4%, un dato fisiologico e non legato assolutamente al caso di trombosi cerebrale di una paziente ora ricoverata al Goretti e vaccinata. Non c'è nessun panico quindi tra chi deve fare il vaccino, le immunizzazioni procedono". Il nuovo direttore generale della Asl di Latina Silvia Cavalli, insediata da pochi giorni, parla all'Adnkronos Salute. 

La nuova direttrice generale fa dunque riferimento alla donna di 35 anni di Latina colpita da una trombosi cerebrale e ricoverata da sabato all'ospedale Goretti in gravi condizioni. Una settimana prima aveva ricevuto la prima somministrazione di Astrazenca. "Prima di avere risultati certi sul caso - aggiunge all'Adkronos il direttore sanitario dell'ospedale Sergio Parrocchia - non deve assolutamente essere messa in correlazione con la vaccinazione, la trombosi cerebrale non è così rara. Abbiamo avuto pochi giorni prima un altro caso in ospedale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, in provincia di Latina disdette di Astrazeneca al 3-4%

LatinaToday è in caricamento