Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Video per il clan, arrestata Valentina Travali: ora finisce in carcere

La donna, sorella di Angelo e Salvatore, si era prestata a girare il video mentre era ai domiciliari nell'ambito dell'inchiesta Reset. Nel suo appartamento trovata una penna pistola e alcuni grammi di cocaina

Valentina Travali in un'immagine del video

E' finita in carcere Valentina Travali, 34 anni, sorella di Angelo e Salvatore e componente del clan travolto dall'ultima inchiesta Reset coordinata dalla Dda di Roma. Il personale della squadra mobile di Latina, sezione criminalità organizzata, ha dato esecuzione questa mattina, 11 marzo, a un'ordinanza di aggravamento della misura cautelare su richiesta dei magistrati della Direzione distrettuale antimafia. 

Blitz della polizia ai "palazzoni": arrestata Valentina Travali  - Il video

La donna dallo scorso 17 febbraio si trovava infatti agli arresti domiciliari nell'ambito dell'operazione Reset in cui erano stati arrestati altri 18 componenti dell'organizzazione. Il nuovo provvedimento a carico della Travali fa seguito alla pubblicazione del video in cui un gruppo di giovanissimi, sulle note di un testo rap, inneggiava in maniera esplicita al clan citando espressamente i fratelli della donna, Angelo e Salvatore, chiamati con i loro soprannomi, Palletta e Bula. Nel video i ragazzi, in gran parte minorenni, si vantavano di far parte di una gang del quartiere che fa capo ai palazzoni della Q4, maneggiavano un grande quantità di denaro e parlavano di rapine mimando il gesto della pistola. 

Nei primi fotogrammi compare proprio Valentina Travali, chiaramente riconoscibile mentre conta i soldi. Come accertato dagli investigatori le riprese sono state effettuate nell'abitazione dell'indagata tra il 23 e il 25 febbraio, quando la donna era già ai domiciliari e dunque in violazione delle obblighi imposti dalla misura cautelare avendo comunicato con almeno cinque persone entrate all'interno della sua abitazione, in cui i poliziotti avevano anche rinvenuto e sequestrato una penna pistola calibro 22 con un bossolo all'interno ed un centinaio di altre cartucce di vario calibro. Un'arma priva di matricola e punzioni di collaudo, in buone condizioni e perfettamente funzionante, classificata secondo la normativa come arma clandestina.

Questa mattina, nel corso della perquisizione nell'appartamento della 34enne, sono stati inoltre scoperti 5 grammi di cocaina e altri 50 grammi di sostanza taglio da taglio, debitamente sottoposti a sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Video per il clan, arrestata Valentina Travali: ora finisce in carcere

LatinaToday è in caricamento