menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tremila ettari percorsi dal fuoco: il bilancio del lavoro dei vigili in provincia

Il Corpo celebra la patrona Santa Barbara e in occasione della festività fornisce un quadro degli interventi effettuati su tutto il territorio

Sono stati fino ad oggi 7479 gli interventi di soccorso dei vigili del fuoco nel corso dell'anno, 357 dei quali per soccorsi a persone. Il bilancio è stato reso noto dal comandante provinciale Stefano Smaniotto in occasione della festività di Santa Barbara, patrona del Corpo dei vigili del fuoco, che si celebra proprio il 4 dicembre. A causa delle limitazioni imposte dalla pandemia sarà celebrata quest'anno solo la messa officiata dal vescovo Mariano Crociata nella cattedrale di San Marco, mentre non sono previste le manifestazioni e le attività che tradizionalmente accompagnano questa ricorrenza.

Dei 7479 interventi di soccorso, 1235 sono stati effettuati per incendi ed esplosioni. L’attività Sar (soccorso a persona) ha impegnato le squadre del comando di Latina anche per la ricerca di persone, una tipologia di intervento che viene svolta utilizzando le tecniche di Topografia applicata al soccorso (Tas). L’impegno maggiore in questa attività di soccorso si è avuto nel periodo estivo, in particolare nelle aree del promontorio del Circeo, dove spesso gli escursionisti in difficoltà si sono rivolti alla sala operativa del comando per la richiesta di aiuto. Tra gli interventi di particolare complessità rientra l’incendio presso la ditta di lavorazione di rifiuti di Aprilia, la Loas, in cui le squadre sono state impegnate con continuità per oltre una settimana, con l’utilizzo di mezzi speciali e in particolari condizioni operative ambientali.       

Nel periodo estivo, dal 1 luglio al 15 settembre è stato invece potenziato il dispositivo di soccorso per la lotta contro gli incendi boschivi. La campagna Aib ha visto l’istituzione di squadre operative e l’attivazione del servizio Dos (Direttore delle operazioni di spegnimento), che coordina da terra l’attività di spegnimento dei mezzi aerei, nelle sedi di Sezze, Fondi, Sabaudia e Ponza. Con il dispositivo Aib, inoltre, nella sede centrale di Latina è stata istituita una squadra operativa aggiuntiva, e sono stati potenziati i servizi Dos e di sala Operativa per far fronte al maggior numero di richieste di intervento che si verificano nel periodo estivo. Le squadre hanno effettuato 2316 interventi per incendi boschivi e 351 interventi per incendi sterpaglie. Le superfici percorse dal fuoco sono state stimate in circa 1040 ettari di bosco, 670 ettari di campi e 1435 ettari di sterpaglie.

Una nota positiva ha riguardato il parco automezzi. Nel 2020 infatti sono stati assegnati al comando di Latina una Autopompa serbatoio bimodale, mezzo che permette di muoversi su strada e sui binari ferroviari, idoneo per gli interventi in gallerie, una Aps per il soccorso ordinario, una Abp (autobotte pompa) e un autofurgone per il trasporto del telo di salvataggio utile nelle operazioni di soccorso a persone in quota.  

Il discorso del comandante provinciale

Rivolgo un caloroso saluto  e un vivo ringraziamento a sua eccellenza reverendissima Monsignor Mariano Crociata per aver accolto l’invito ad officiare questa Santa Messa  e a tutte le autorità civili e militari che hanno voluto presenziare, assieme al personale del Comando dei Vigili del Fuoco in servizio ed in congedo, a questa cerimonia in onore di Santa Barbara, patrona dei Vigili del Fuoco e della Marina Militare .
E’ senza dubbio una S. Barbara che si colloca in un momento del tutto  particolare, abbiamo imparato a convivere con il virus Covid- 19, che ha stravolto le nostre esistenze, ci ha portato riconsiderare alcune priorità della nostra vita, soprattutto alla luce di coloro che ci hanno lasciato.  In questa fase il soccorso tecnico urgente   si svolge in ambiente più pericoloso del solito, si lavora con maggiore prudenza , sia pure con una certo timore, perché si tratta di un nemico invisibile, che si nasconde anche nelle nostre azioni quotidiane. In termini di tempestività  operiamo  in una provincia estesa territorialmente,  in cui la viabilità non favorisce lo spostamento dei mezzi di soccorso,  cerchiamo comunque di ottimizzare le risorse, per garantire l’ efficienza e la capacità tecnico-operativa ampiamente riconosciutaci. La nostra è un’organizzazione che merita una conoscenza profonda per poterne comprendere le reali caratteristiche, per coglierne gli sforzi effettivi quotidiani, anche e soprattutto in ragione dell’approccio alla domanda di sicurezza fortemente mutata negli anni, che ci ha portato sempre più ad utilizzare mezzi  tecnologicamente avanzati, perché  il personale non venga esposto  a rischi inappropriati. In questo contesto s’ inserisce l’uso dei droni, della realtà virtuale, delle telecamere ad infrarossi, dei mezzi bimodali,  con programmi formativi rivolti a creare  delle figure sempre più specializzate nei singoli settori d’impiego, questo processo si accompagna progressivamente alla scomparsa del Vigile del Fuoco generico.  I numeri degli interventi nella provincia, anche se sempre consistenti, non possono, da soli descrivere la qualità e la complessità delle operazioni svolte dal personale nei singoli scenari d’intervento . Rinnovo la mia riconoscenza ai funzionari per le capacità espresse, ma anche per il sostegno  alle idee di rinnovamento; a tutto il personale operativo, tecnico, amministrativo e informatico, per la   competente partecipazione al cambiamento lavorativo attuato in questo periodo di pandemia; a tutte le organizzazioni sindacali, per la costruttività delle proposte nel corretto rapporto  dialettico, importante elemento per la crescita del Comando provinciale di Latina ; al personale in congedo per lo spirito di squadra che seguita a custodire. Il mio augurio a questa straordinaria famiglia e a tutti voi  è  quello di poterci riappropriare quanto prima della  vita a cui tutti eravamo abituati, con l’aiuto della nostra Santa Protettrice.

       

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento