rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Violenza e stalking sulle colleghe del supermercato, condannato a tre anni e tre mesi

L'uomo era stato denunciato da sette dipendenti del punto vendita Conad dove lavorava. L'accusa aveva chiesto cinque anni e mezzo

E’ stato condannato a tre anni e tre mesi di carcere Vincenzo Pinto, ex dipendente del supermercato Conad di via Ezio a Latina, accusato di violenza sessuale e stalking nei confronti di sette colleghe.

L’uomo era stato denunciato dalle altre dipendenti della struttura commerciale le quali avevano raccontato di essere state molestate ripetutamente durante l’orario di lavoro: nel dettaglio Pinto, secondo il racconto delle vittime che hanno testimoniato in aula, le toccava, le baciava e a volte le minacciava. Una delle ragazze se lo è anche trovato sotto casa e voleva salire.

Questa mattina le battute finali del processo davanti al primo collegio penale del Tribunale presieduto da Gianluca Soana al quale nella scorsa udienza il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a cinque anni e mezzo di carcere. Dopo l’intervento degli avvocati difensori il Tribunale ha condannato l’imputato a tre anni e tre mesi riconoscendo l’ipotesi più lieve del reato. La difesa, rappresentata dagli avvocati Luigi Di Mambro, Cristiano Montemagno e Francesco Autieri, ha preannunciato il ricorso in appello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza e stalking sulle colleghe del supermercato, condannato a tre anni e tre mesi

LatinaToday è in caricamento