Cronaca

Le chiede un passaggio in auto e la violenta ma lui resta in silenzio davanti al giudice

Nei confronti del 31enne di Latina era stato chiesto l'arresto ma il gip ha disposto soltanto un divieto di avvicinamento. Oggi l'interrogatorio

E’ accusato di avere violentato una ragazza alla quale aveva chiesto un passaggio in auto per tornare a casa. Ma questa mattina, in sede di interrogatorio di garanzia davanti al giudice per le indagini preliminari Pierpaolo Bortone, P.M., 31enne di Latina disoccupato, ha scelto di rimanere in silenzio.

La vicenda della quale è chiamato a rispondere risale al 26 aprile scorso quando la vittima, una ragazza di 20 anni, accetta di accompagnarlo a casa con la sua auto. I due non si conoscevano ma una volta giunti sotto casa lui avrebbe tentato di baciarla, poi l’avrebbe bloccata all’interno dell’auto e violentata. Lei ha presentato una denuncia sulla scorta della quale sono state avviate le indagini a conclusione delle quali il sostituto procuratore Giorgia Orlando, iscrivendo P.M. nel registro degli indagati per lesioni e violenza sessuale, ne aveva chiesto l’arresto, istanza respinta dal gip che ha ritenuto non ci fossero esigenze cautelari e ha disposto soltanto un provvedimento di divieto di avvicinamento tuttora in vigore. Questa mattina l’interrogatorio di garanzia nel corso del quale P.M., assistito dagli avvocati Fabrizio Mercuri e Francesca Bruni, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le chiede un passaggio in auto e la violenta ma lui resta in silenzio davanti al giudice

LatinaToday è in caricamento