Condannato in Romania, latitante fermato a Sezze con falsi documenti e arrestato

Il 33enne era colpito da un mandato di arresto europeo. Per sfuggire al carcere si era trasferito sui lepini e aveva trovato lavoro come operaio edile. Durante la perquisizione domiciliare i carabinieri hanno trovato i veri documenti

Quando i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Latina lo hanno fermato a bordo di un furgone Nissan con targa italiana e hanno visionato i documenti hanno subito inteso che qualcosa non andava.

All’esito di uno specifico accertamento è finito in manette un romeno di 33 anni, domiciliato a Sezze, fermato mentre si stava recando presso un cantiere della periferia romana dove da alcuni mesi sta lavorando per conto di una ditta edile.

L’uomo al momento del controllo ha esibito  dei documenti che attestavano un’altra identità e ha insospettito i militari anche a causa del suo atteggiamento nervoso.

I carabinieri hanno quindi deciso di procedere con una perquisizione presso la sua abitazione di Sezze dove hanno rinvenuto una patente e una carta d’identità su cui vi delle generalità ed una data di nascita differente rispetto ai documenti che erano stati esibiti.

Attraverso l’accertamento presso la Divisione Sirene (Ufficio Nazionale che in Italia si occupa di tutte le  ricerche compiute con l’ausilio del Sistema d’informazione Schengen) i militari hanno accertato che dal 2007 era latitante,  colpito da un mandato di arresto europeo in quanto condannato a 4 anni di reclusione, dalla Corte di Giustizia del Tribunale di Vrancea (Romania) per  furto pluriaggravato.

Circa 10 anni fa era stato indagato per il furto di attrezzi agricoli dall’interno di una casa di campagna e la relativa sentenza è diventata nel 2007 irrevocabile.

Successivamente lo stesso si era trasferito in Italia ed aveva stabilito la propria dimora a Sezze dove aveva trovato lavoro come operaio edile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento