Latina Scalo, lavori sospesi al Centro Minori: Calandrini scrive a Barbato

Lettera dell’ex presidente del Consiglio al commissario prefettizio di Latina i cui “mette in evidenza una serie di problemi, riguardanti il Centro Minori di Latina Scalo. Un piccolo intervento potrebbe risolvere un grande problema”

Lavori sospesi al centro minori di Latina Scalo: Nicola Calandrini scrive al commissario prefettizio Giacomo Barbato.

Nella nota l’ex presidente del Consiglio di Latina, “mette in evidenza una serie di problemi, riguardanti il Centro Minori di Latina Scalo, oggetto di una gara di appalto per importanti lavori di ristrutturazione, sospesi da alcuni mesi. Nella fase di chiusura del cantiere la ditta aggiudicataria è stata dichiarata fallita ed il curatore unitamente al giudice delegato al fallimento, si sono adoperati per la riconsegna dell'area e dei locali all'amministrazione comunale”.

Per il completamento dei lavori sono necessari circa 7mila euro per l'acquisto ed il montaggio di due finestre oltre alla piantumazione del prato antistante i locali, così come prevede il progetto originale.      

“Oggi, malgrado un importante sforzo economico da parte dell'amministrazione comunale volto a ristrutturare i locali in oggetto - fa notare Calandrini -, i ragazzi/utenti che aspettano di utilizzare il Centro nella sua interezza sono invece costretti ad utilizzare un solo locale con immaginabili disagi anche sotto l'aspetto della privacy. Ulteriore elemento, non trascurabile, risiede nel fatto che il mancato montaggio dei due infissi esterni arreca degrado alla struttura, sottoposta a tutti gli agenti atmosferici,  invalidando gravemente l'opera di risanamento strutturale, ormai completa al 95% dell’importo economico del progetto. A questo va aggiunto che, oggi, chiunque può facilmente penetrare all’interno della struttura”.

Secondo Calandrini, che auspica un intervento a breve del Commissario Barbato, un “intervento eviterà alla struttura di degradarsi nuovamente e darà la possibilità ai molti giovanissimi della nostra comunità di usufruire di una struttura valida, moderna e pensata, specificatamente, per le loro esigenze, contribuendo anche bloccare sul nascere pesanti malumori che si colgono sul territorio a tal proposito, specialmente da parte delle famiglie dei ragazzi”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento