Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Sezze / Via dei Cappuccini

Sezze, abbattere vecchi olmi per il marciapiede: cittadini contrari

L'opera di via dei Cappuccini, finanziata dalla Regione, prevede il taglio di 9 alberi. Ma Legambiente e le associazioni si oppongono

Per realizzare il marciapiede di via dei Cappuccini non serve buttare giù i vecchi olmi che costeggiano una delle strade più trafficate del centro storico di Sezze. E per difendere le piante, “ma anche la memoria ad essi legata”, sono scesi in campo i rappresentanti delle associazioni di Sezze, con Legambiente in testa.

Della questione si è discusso questa mattina presso la commissione urbanistica e ambiente, ragionando sulla possibilità di modificare il progetto. Per ora i lavori sono stati bloccati e si cerca di capire se c’è la possibilità di fermare il taglio degli alberi. Uno spiraglio si è aperto durante la seduta di oggi.

“Il marciapiede ai Cappuccini, che in questi giorni si sta realizzando - riconosce il circolo Legambiente dei Lepini - è una necessità strategica per migliorare la qualità di vita di Sezze. Ma occorre salvare i nove olmi di ottant'anni dall'abbattimento”. Un'alternativa progettuale potrebbe prevedere l'allargamento della sede del marciapiede in un suo piccolo tratto.

“In questi giorni verrà redatta la perizia dall'agronoma - sottolinea Rita Palombi del gruppo Recupero urbano Sezze - che ha sostanzialmente anticipato che le radici non hanno ulteriore possibilità di crescita”.

Ignazio Romano, presidente dell'associazione Setina civitas, si chiede invece perché l'amministrazione presentando l'opera non abbia citato l'importanza che essa potrebbe avere per gli studenti del vicino istituto superiore Pacifici-De Magistris: “Nell'elenco dei benefici si parla del parco e del centro commerciale ma non della scuola: gli studenti dell'Isiss sono costretti ad invadere la sede stradale per entrare e uscire da scuola. Perché questa omissione?”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sezze, abbattere vecchi olmi per il marciapiede: cittadini contrari

LatinaToday è in caricamento