menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli a tappeto sui treni e nelle stazioni del Lazio: 4 arresti e 11 denunce

Il bilancio dell'attività della polizia ferroviaria: identificate complessivamente 6851 persone

Sono 6851 le persone identificate,4 quelle arrestate, 11 denunciate in stato di libertà, 476 le pattuglie impegnate in stazione, 15 le contravvenzioni amministrative elevate, di cui 6 al regolamento di polizia ferroviaria ,6 le misure di allontanamento dallo scalo ferroviario proposte in osservanza delle disposizioni in materia di sicurezza nelle città, un minore rintracciato. Si tratta del bilancio dell’attività della polizia ferroviaria del compartimento per il Lazio nella settimana scorsa, in ambito regionale.

In particolare, nella giornata del 16 luglio gli agenti della squadra di polizia giudiziaria, nei pressi della Stazione di Roma Termini, hanno arrestato due cittadini rumeni di 25 e 34 anni, per aver rubato un portafogli ad un cittadino italiano mentre percorreva via Gioberti. Durante il normale servizio di prevenzione dei reati predatori, i poliziotti hanno notato i due stranieri che si avvicinavano ad un uomo e, dopo averlo distratto, uno dei due ha sfilato dalla tasca dei pantaloni il portafogli dandosi poi alla fuga. Gli agenti che hanno assistito alla scena, dopo un breve inseguimento, sono riusciti a bloccare  i due rumeni ed a recuperare il portafogli,che è stato subito restituito al legittimo proprietario. Nella giornata del 17 luglio, gli agenti della Polfer di Ciampino hanno denunciato in stato di libertà un cittadino italiano di 57 anni per il furto di due biciclette. Il 18 luglio gli agenti della sottosezione di Roma Tiburtina hanno arrestato un cittadino dello Sri Lanka, di 41anni responsabile del furto di un cellulare e di un portafoglio, verificatosi  a bordo di un treno diretto a Salerno, ai danni di un’addetta alla ristorazione del treno.La refurtiva è stata rinvenuta all’interno dei bagni e restituita alla proprietaria.

Nella stessa serata un cittadino italiano di 34 anni ha avvisato  la sala operativa della polizia ferroviaria di Roma, di aver dimenticato  su un treno regionale proveniente da Viterbo un astuccio che conteneva farmaci salvavita. I poliziotti subito si sono attivati informando il capotreno, che ha recuperato l’astuccio e lo ha consegnato ai poliziotti in servizio alla  stazione di Roma Ostiense. L’astuccio conteneva 5 involucri di una sostanza color senape. L’uomo si è recato subito negli uffici della Polfer di Ostiense chiedendone la restituzione con il  suo contenuto. I poliziotti insospettiti dal fatto che annoverava numerosi precedenti di polizia per spaccio di sostanze stupefacenti, hanno deciso di effettuare un narcotest sulla sostanza ed è risultato positivo identificando la sostanza per eroina. Il trentaquattrenne è stato denunciato in stato di liberta per detenzione e ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e l’astuccio con il quantitativo di tenue entità di droga è stato sequestrato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento