rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Lazio Pride 2019: Latina in corsa per ospitare di nuovo la manifestazione per i diritti gay

Sei le città candidate per la quarta edizione; l'evento nato per dare voce e rappresentanza alla comunità LGBTI si è tenuto nel capoluogo pontino nel 2016 e nel 2017

C’è anche Latina tra le sei città candidate ad ospitare il Lazio Pride 2019. 

Il capoluogo pontino ha già ospitato la manifestazione nata per dare voce e rappresentanza alla comunità LGBTI (Lesbiche, Gay, Bisex, Trans e Intersex) nelle sue prime due edizioni, quella del 2016 e del 2017. E dopo la tappa ad Ostia dello scorso anno, ci si prepara alla quarta edizione dell’evento organizzato dal Comitato composto da Arcigay Roma, Arcilesbica Roma, Azione Trans, Gay Center, Sei Come Sei – Associazione Onlus. 

Ad ufficializzare la candidatura di Latina direttamente il Lazio Pride attraverso i suoi canali social e il suo sito ufficiale. Sei in totale le città candidate, oltre a Latina anche Albano Laziale, Frosinone, Ostia e Viterbo e Guidonia. 

“Fino al 31 gennaio sarà possibile votare sulla pagina Facebook e sul canale Instagram di Lazio Pride la propria città preferita per ospitare la manifestazione, per portarla direttamente tra le tre finaliste” fanno sapere dal Comitato Organizzatore del Lazio Pride. Info su contest social: www.laziopride.com 

Come detto le prime due edizioni sono state organizzate a Latina, nel 2016 con la grande festa al Lido e l’anno successivo con l’evento in viale Italia che ha visto anche l’intervento video di Tiziano Ferro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio Pride 2019: Latina in corsa per ospitare di nuovo la manifestazione per i diritti gay

LatinaToday è in caricamento