rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Lenola

Licenze per auto a noleggio, 13 condanne e decine di prescrizioni

La sentenza del processo sull'inchiesta che ha coinvolto il Comune di Lenola: un anno e sei mesi all'ex sindaco Antogiovanni e ad alcuni autisti

Tredici condanne e oltre 40 assoluzioni per intervenuta prescrizione dei reati. Si è concluso così, dopo oltre sette anni il processo di primo grado per il rilascio delle licenze per auto a noleggio con conducente che ha coinvolto il Comune di Lenola. Sul banco degli imputati c’erano oltre 60 persone chiamate a rispondere di abuso d’ufficio e falso ideologico e il Tribunale di Latina presieduto da Gianluca Soana ha condannato 13 persone tra le quali l’ex sindaco Andrea Antogiovanni, un ex vigile urbano e alcuni conducenti ad un anno e sei mesi con la sospensione condizionale della pena mentre per tutti gli altri il collegio penale non ha potuto fare altro che dichiarare il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione del reato.

L’inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza risale al 2015 quando effettuando una serie di controlli era emerso un numero eccessivo di licenze rilasciato dall’amministrazione comunale di Lenola: in effetti tutti i titolari delle licenze erano residenti in altri Comuni del Lazio ed esercitavano la propria attività di trasporto persone quasi esclusivamente a Roma.

L’accusa, rappresentata dal pubblico ministero Giuseppe Miliano, aveva concluso che di fatto questi autisti di fatto esercitavano un servizio taxi irregolare e con la sistematica violazione della normativa in materia avevano determinato una significativa alterazione degli equilibri di mercato e della concorrenza, rispettivamente incidendo da un lato sulla correttezza delle tariffe applicate ai servizi offerti e dall'altro aumentando a dismisura il numero degli operatori non autorizzati ad operare nella Capitale in danno di quelli autorizzati. Le indagini si erano concluse con la denuncia di 59 persone tra amministratori, funzionari comunali e conducenti di vetture residenti a Roma, Fiumicino, Ardea, Nettuno, Palombara Sabina, Caprarola, Terracina, Ladispoli, Tivoli, Rieti, Castel Gandolfo e Zagarolo. La difesa era rappresentanta dagli avvocati Maurizio Forte e Giulio Mastrobattista.

Il Tribunale ha emesso dunque una sentenza di condanna nei confronti dell’ex primo cittadino e di un vigile urbano che si occupava delle pratiche oltre che di undici beneficiari delle licenze mentre per gli altri imputati i reati erano ormai prescritti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenze per auto a noleggio, 13 condanne e decine di prescrizioni

LatinaToday è in caricamento