rotate-mobile
Domenica, 7 Agosto 2022
Cronaca Monte San Biagio

Monte San Biagio, picchiava la madre: a giudizio per lesioni e tentata estorsione

Il 46enne avrebbe preso a calci e pugni l'anziana donna per avere dei soldi

Lesioni e tentata estorsione ai danni della madre. Con questa accusa un 46enne di Monte San Biagio è stato rinviato  giudizio dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giuseppe Cario.

Juri Zomparelli secondo l’accusa nel gennaio 2016 avrebbe picchiato la madre 73enne con calci e pugni nel tentativo di estorcerle del denaro. Quando la donna si era rifiutata l’aveva prima minacciata di morte poi si era accanito contro di lei facendola anche cadere a terra e aveva distrutto alcuni oggetti all’interno dell’abitazione tra i quali un computer.

Nel febbraio dello stesso anno avrebbe picchiato nuovamente la madre costringendola a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso e a quel punto la donna aveva deciso di denunciare il figlio. Ieri mattina l’uomo è comparso davanti al gup che a conclusone della camera di consiglio lo ha rinviato a giudizio con l’accusa di lesioni e tentata estorsione.

Il processo inizierà il 26 giugno prossimo davanti al giudice monocratico.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte San Biagio, picchiava la madre: a giudizio per lesioni e tentata estorsione

LatinaToday è in caricamento