Lite fra due famiglie degenera a colpi di coltello e roncola: due feriti e due denunciati

I fatti nella tarda mattinata a Sezze tra due fratelli del posto, finiti in ospedale uno con ferite da arma da taglio e l'altro con una lesione alla mano, e due fratelli di Bassiano poi denunciati. Motivi sentimentali alla base

Violenta lite nella tarda mattinata di oggi a Sezze che ha visto protagonisti i componenti di due famiglie. Due feriti e due denunciati il bilancio finale. 

I fatti sono accaduti nella zona di Crocemoschitto dove intorno alle 12 si è reso necessario anche l’intervento dei carabinieri. 

Da quanto si apprende, i componenti delle due famiglie si sarebbero incontrati per un chiarimento. Da una lato due fratelli di 48 e 62 anni giunti a Sezze da Bassiano e dall’altro un 41enne ed un 27enne del posto. Una lite tra i quattro scaturita per motivi sentimentali e poi degenerata con l’aggressione, anche attraverso l’uso di un coltello e di una roncola, da parte del 48enne e del 62enne nei confronti degli altri due. 

Scattato l’allarme sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale Stazione, insieme ai sanitari del 118: il 41enne soccorso è stato elitrasportato all’ospedale Santa Maria Goretti con ferite da arma da taglio, il fratello 27enne ha riportato una lesione tendinea alla mano destra. Non sono comunque in pericolo di vita. 

Denunciati dai carabinieri i due fratelli di 48 e 62 anni. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento