Cronaca

Lite in spiaggia per una partita di pallone: bagnante colpito con un pugno in faccia

Controlli a tappeto della polizia nel sud pontino: dalle spiagge ai locali della movida. Attenzione particolare alle truffe e ai furti con la tecnica della ruota bucata: due campani denunciati

Controlli intensidicati da parte dei commissariati di polizia del sud pontino che, con l’impiego di pattuglie in divisa e in abiti borghesi con auto civetta, hanno presidiato il territorio.

Lite in spiaggia

Nel corso della giornata di ieri, venerdì 20 luglio, il personale della volante è stato impegnato in un  intervento per una lite in spiaggia scoppiata a Gianola. Un cittadino è rimasto ferito dopo aver ricevuto un pugno in pieno volto al culmine di una discussione con un altro bagnante. Motivo della lite un gruppo di ragazzi che giocavano a pallone in spiaggia. Secondo la ricostruzione un uomo si è avvicinato al gruppetto di giovani invitandoli a smettere di giocare e per tutta risposta è scoppiata la lite con un altro cittadino, residente a Formia, che lo ha aggredito con un pugno. La posizione dell’aggressore è al vaglio della polizia.

Truffe e furti con la tecnica della ruota bucata

I controlli hanno poi portato alla denuncia alla Procura di Cassino di due pregiudicati di origine campana di 40 e 44 anni, responsabili di furto in concorso ed illecito utilizzo di carte di credito. I due infatti erano soliti, dopo aver scelto con cura le loro vittime, appostarsi nei pressi di esercizi commerciali, distrarre i malcapitati indicando per esempio che avevano bucato una ruota e poi, approfittando della distrazione, prelevare le borse lasciate incustoditi nell’auto. Successivamente effettuavano prelievi con le carte di credito rubate, presso sportelli bancomat confidando nel ritrovamento del pin nel portafogli o nel telefono. Grazie alle attività investigative e ai sistemi di videosorveglianza all’esterno degli istituti bancari e postali, gli operatori di polizia sono riusciti a risalire all’autovettura utilizzata dai due pregiudicati accertandone l’identità. Sono in corso inoltre, attività per identificazione di altre persone segnalate dalla cittadinanza dedite ad analoghe truffe: prima bucano le gomme delle auto in sosta e con la scusa di fermarsi ad aiutare il malcapitato, lo derubano dei propri averi.

I controlli nei locali della movida

I controlli della polizia hanno poi riguardato gli esercizi pubblici, in particolare pub e bar dove spesso è stata segnalata la presenza di pregiudicati. Tutti i titolari dei locali sono stati invitati a tenere in regola la documentazione e i titoli autorizzatori nel rispetto della normativa, collaborando con le forze dell’ordine per eventuali segnalazioni di illecite attività o altro.  Il dispositivo di controllo e prevenzione in questo centro  proseguirà  nel corso del fine settimana e durante l’estate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in spiaggia per una partita di pallone: bagnante colpito con un pugno in faccia

LatinaToday è in caricamento