Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Prossedi / via Monti Lepini

Prossedi, sequestrata lottizzazione abusiva da 5 milioni di euro

Nuovi sviluppi nell'inchiesta della Procura che ha portato 17 persone, tra cui molti amministratori del Comune, tra gli indagati: oggi i sigilli di Forestale e carabinieri sulla struttura

Alla fine sono arrivati anche i sigilli sulla lottizzazione abusiva nella zona di “Tre Moschetti”, a Prossedi, al centro dell’indagine avviata della Procura di Latina e che finora ha visto ben 17 persone, tra cui 13 amministratori locali, finire sul registro degli indagati. I carabinieri e gli uomini del Nipaf della Forestale questa mattina hanno posto sotto sequestro l'area di 4 ettari, a ridosso della strada regionale dei Monti Lepini, su cui è stata realizzata una struttura edilizia e commerciale.

Il valore del lotto posto sotto sequestro supera i 5 milioni di euro. È questo l'ultimo capitolo, almeno per ora, dell'inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Gregorio Capasso, che indaga per i reati di lottizzazione abusiva e falso in atto pubblico. Il gip Mara Mattioli ha accettato la richiesta di sequestro avanzata dalla Procura.

L'indagine prende le mosse dall'autorizzazione a costruire concessa dal Comune di Prossedi nel 2008 - attraverso due delibere, una di Giunta e una di Consiglio - per la lottizzazione in questione. L'amministrazione avrebbe concesso, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la realizzazione di insediamenti commerciali su un'area che il piano regolatore destinava ad uso agricolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prossedi, sequestrata lottizzazione abusiva da 5 milioni di euro

LatinaToday è in caricamento